Contenuto sponsorizzato

Frana dal Monte Brione, alcuni sassi sono usciti dalle reti di sicurezza. Situazione sotto controllo, riaperta la SS240

Le verifiche da parte dei tecnici della Provincia hanno permesso di riaprire in mattinata la strada. Il percorso ciclabile rimane ancora chiuso. La situazione è sotto osservazione 

Pubblicato il - 05 gennaio 2020 - 14:05

ALTO GARDA. E' stata riaperta nel corso di questa mattina la strada statale 240 che collega Riva del Garda con Torbole dopo che ieri era stata interessata da l'ennesima caduta sassi che aveva reso necessario il blocco del traffico per motivi di sicurezza. (Qui l'articolo)

 

Ad annunciarlo è stato Gianni Morandi, sindaco di Nago – Torbole. La Provincia, infatti, ha accertato che si è trattato solo di un po' di materiale scivolato e fuoriuscito alla base delle reti di protezione.

 

Si tratta quindi di piccoli volumi che sono stati puliti. Le successive verifiche hanno permesso poi alla riapertura della strada.

 

I distacchi dimostrano, se ancora ce ne fosse bisogno, l'instabilità del versante orientale del monte Brione. La situazione resta sotto osservazione. Solo pochi giorni fa erano stati annunciati i lavori per la realizzazione del by-pass della pista ciclopedonale sul lago di Garda, chiamato ad aggirare il tratto interessato lo scorso 19 novembre dalla frana che lo ha reso inagibile, nei pressi dell’hotel Baia Azzurra.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 gennaio - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 gennaio - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato