Contenuto sponsorizzato

Non può avvicinarsi alla ex e ai figli perché accusato di maltrattamenti, infrange il divieto e poi si scaglia contro i carabinieri con calci e pugni

L’uomo ha aggredito i carabinieri con calci e pugni, dopo che questi gli avevano chiesto di fornire i documenti per identificarlo. Tutto è iniziato quando il soggetto, colpito da un divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex compagna, si era presentato a casa di quest’ultima insistendo per entrare

Pubblicato il - 05 October 2020 - 16:29

CASTELNUOVO DEL GARDA (VR). Serata da dimenticare per un 35enne di di Peschiera del Garda che ieri, 4 ottobre, aveva deciso di presentarsi in stato di alterazione a casa dell’ex compagna e dei figli chiedendo di vederla. Circostanza che ha spaventato molto la donna visto che l’ex compagno insisteva per entrare in cas a nonostante fosse stato colpito da  un provvedimento che gli vietava di avvicinarsi alla donna e ai figli perché accusato di maltrattamenti in famiglia.

 

Visto che il 35enne non aveva intenzione di cedere la donna ha chiesto l’intervento dei carabinieri. Solo a quel punto l’uomo si sarebbe allontanato. I militari intervenuti hanno rintracciato il 35enne all’interno di una pizzeria della zona. L’uomo era tranquillamente seduto a uno dei tavoli in attesa di consumare la sua ordinazione.

 

Se in un primo momento il 35enne era sembrato collaborativo d’un tratto si è scagliato contro i militari che gli avevano chiesto un documento per identificarlo. I carabinieri sono stati colpiti con calci e pugni e solo a fatica sono riusciti ad avere ragione dell’aggressore.

 

Trovandosi in flagranza dei reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale l’uomo è stato arrestato. Dopo il processo il 35enne è stato sottoposto all’obbligo di firma. Nel frattempo i i carabinieri sono stati visitati, entrambi hanno riportato alcune lievi lesioni per contusioni e abrasioni, giudicate guaribili in pochi giorni.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato