Contenuto sponsorizzato

Orso confidente entra in un box vicino alle case e preda un vitello. I forestali intervengono con proiettili di gomma e cani

La squadra cinofila del Corpo forestale del Trentino è entrata in azione nella notte a Flavon, in Val di Non, con l’obiettivo di “rieducare”, spiega la Provincia di Trento, un orso, probabilmente giovane, che la notte precedente aveva predato un vitellino di pochi giorni a breve distanza dalle case ed era poi tornato sul luogo dove aveva lasciato la carcassa

Pubblicato il - 10 dicembre 2020 - 15:44

TRENTO. Ha compiuto un paio di incursioni in altrettanti pollai ai margini dell'abitato di Tuenno e l’altra notte a Flavon è entrato in un box all’aperto dove erano custoditi alcuni vitelli ne ha preso uno e lo ha mangiato nell'attiguo frutteto lasciando lì, poi, parte della carcassa. Al suo ritorno, però, ha trovato i forestali che gli hanno sparato con pallettoni di gomma e lo hanno spaventato con cani anti orso.

 

La squadra cinofila del Corpo forestale del Trentino è entrata in azione nella notte a Flavon, in Val di Non, con l’obiettivo di “rieducare”, spiega la Provincia di Trento, un orso, probabilmente giovane, che la notte precedente aveva predato un vitellino di pochi giorni a breve distanza dalle case. ''L’efficacia delle dissuasioni - spiega la Pat - non è mai certa, ma esperienze pregresse in Trentino ed altrove confermano l’importanza di condurre interventi di allontanamento dai centri abitati, affinché l’orso, soprattutto se giovane, modifichi il carattere troppo confidente. Per questo motivo, un'unità cinofila sarà reperibile anche nelle prossime sere''.
 

Non tutti i plantigradi, infatti, con l’avvicinarsi della stagione fredda, vanno in letargo: soprattutto esemplari giovani che hanno lasciato la madre in primavera per intraprendere una vita indipendente, oppure orse accompagnate dai cuccioli, possono, in qualche caso, ritardare la fase di letargìa o rimanere un po' attivi anche durante l'inverno.

 

E' accaduto dunque che, dopo le ultime nevicate, un orso si sia avvicinato ai centri abitati compiendo alcune predazioni nella Media e Bassa Val di Non. L’orso ha compiuto nei giorni scorsi un paio di incursioni in altrettanti pollai posti ai margini dell'abitato di Tuenno, mentre l’altra notte a Flavon è penetrato in un box all’aperto dove erano custoditi alcuni vitelli. In quest’ultimo caso, dopo essere entrato nel recinto l’animale ha trascinato la preda nell'attiguo frutteto, consumandola parzialmente.

L’allerta dei forestali è scattata alla luce della confidenza dimostrata dall’animale, che ha compiuto i danni in prossimità delle abitazioni. Una squadra cinofila con due conduttori ha atteso l’arrivo dell’orso nei pressi della carcassa del vitellino a Flavon: la dissuasione con pallettoni e cani è scattata alle 4.25, quando il plantigrado è tornato sul posto per cibarsi dell’animale predato la notte precedente.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 agosto - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Cronaca
05 agosto - 09:00
La forte pioggia delle ultime ore sta creando molti problemi. La strada del Brennero è stata bloccata a causa di una frana e i vigili del fuoco [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato