Contenuto sponsorizzato

Paura in Valsugana, lascia passare un furgone ma finisce con l'auto nella scarpata a ridosso delle acque del lago

La via sterrata è molto stretta e il conducente della vettura ha accostato per cercare di far passare il furgone. Nella manovra però l'auto è finita nella scarpata. In azione vigili del fuoco di zona e carabinieri 

Di Tiziano Grottolo - 26 settembre 2020 - 21:01

LEVICO. Momenti di paura in Valsugana, un'auto è finita fuori strada e la corsa è finita contro alcune rocce a ridosso del lago.

 

L'allerta è scattata intorno alle 19.30 di questa sera, sabato 26 settembre, in località Visintainer al lago di Levico

 

Un veicolo stava percorrendo la strada vecchia che collega la località a Masetti quando si è trovata davanti un furgone.

La via sterrata è molto stretta e quindi il conducente della vettura ha accostato per cercare di far passare il furgone e poi ripartire. 

 

Nella manovra però l'auto è finita nella scarpata a lato carreggiata e la corsa si è conclusa a poco metri dall'acqua del lago. 

 

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, vigili del fuoco di Pergine e carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica. 

 

Le forze dell'ordine hanno isolato e messo in sicurezza l'area, mentre i pompieri hanno avviato le operazioni per recuperare il mezzo con due pickup, due furgoncini e un'autogrù per verricellare la vettura in carreggiata.

 

Un'attività lunga e delicata per la difficile zona di difficile intervento. Tanta paura, ma fortunatamente le persone rimaste coinvolte nell'incidente non sembrano aver riportato ferite e non si è reso necessario l'intervento del personale sanitario.  

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato