Contenuto sponsorizzato

Pugnala alla schiena il fratello gemello. Attimi di panico a Susà di Pergine

La dinamica dell'accaduto è al vaglio dei carabinieri che hanno condotto in caserma l'aggressore. L'altro giovane è stato portato ferito all'Ospedale di Trento 

Pubblicato il - 24 marzo 2020 - 14:28

PERGINE. Ha accoltellato il fratello gemello alla schiena e poi è scappato. Attimi di paura, quest'oggi, intorno alle 13 a Pergine Valsugana, precisamente nella zona di Susà, verso la parte alta del paese. In una delle abitazioni di via Malga infatti è scoppiata una violenta lite.

 

Urla, spinte, per cause ancora da appurare visto che tutto è al vaglio delle forze dell'ordine, intervenute immediatamente con i carabinieri della locale stazione, e poi è spuntato anche il coltello. Uno dei due lo ha usato per ferire l'altro colpendolo, sembrerebbe, alla schiena. Una vicenda che ricorda quella avvenuta sempre in Valsugana, novembre scorso, a Borgo quando un fratello ha colpito l'altro con un coltello, ferendolo alla gola (QUI ARTICOLO).

 

Oggi, dopo il litigio sul posto sono stati chiamati i soccorsi con un'ambulanza e un'automedica che sono giunti in loco per soccorrere il ferito e per portarlo in ospedale per le cure del caso. Il giovane è stato trasferito al Santa Chiara di Trento.

 

Immediatamente sono stati attivati anche i carabinieri che hanno fermato l'altro fratello e lo hanno condotto in caserma per interrogarlo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 17:41

Sono stati trovati 39 casi tra gli over 70 e 4 tra gli under 5. Ci sono 17 classi in isolamento. Oggi comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale. Sale il numero dei pazienti in terapia intensiva

16 January - 12:01

Il criterio dei 10 anni di residenza per accedere agli alloggi Itea era stato definito dai giudici “discriminatorio”: ora la Corte di Appello ha bocciato anche il ricorso della Pat, con quest’ultima che dovrà pagare 50 euro di sanzione per ogni giorno di ritardo. L’assemblea Antirazzista: “È stato ristabilito un principio di equità e di antidiscriminazione contenuto nelle direttive europee”

16 January - 11:50

Di fronte al viavai nei pressi di un B&B di Bolzano, gli agenti hanno deciso di intervenire. Avvicinatisi, hanno sentito il rumore dello sciacquone, decidendosi così di fare irruzione. All'interno, c'erano i soldi e ciò che rimaneva delle dosi di cocaina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato