Contenuto sponsorizzato

Riaprono i parchi tematici, Gardaland e Parco Natura Viva si preparano: ingressi contingentati, dpi e termoscanner all’ingresso

Zaia ha firmato un’ordinanza che consente, dal 25 maggio, la riapertura di tutti parchi tematici e di divertimento. Gardaland: “In vista dell’apertura di giugno invitiamo a prenotare i biglietti online, all’entrata verrà misurata la temperatura e forniremo mascherine a seconda delle necessità”

Pubblicato il - 23 May 2020 - 19:23

VERONA. Nel periodo del lockdown i vari parchi tematici hanno dovuto fare i conti con gli elevati costi di manutenzione e l’azzeramento degli ingressi, con gravissime ripercussioni sul fatturato. Dal 25 maggio però, in Veneto potranno finalmente riaprire i cancelli. Con l’ultima ordinanza firmata dal presidente Luca Zaia infatti, è stato dato il via libera alla riapertura di parchi tematici e di divertimento siano essi giostre, spettacoli viaggianti o parchi acquatici, avventura e zoologici.

 

Ovviamente le aperture dovranno avvenire nella massima sicurezza, pertanto si dovranno adottare tutta una serie di accorgimenti. Ad esempio il Parco natura Viva di Bussolengo ha reso obbligatorie le prenotazioni, anche per coloro che hanno già in mano un biglietto o abbonamento. Questo, spiegano: “Per consentirci di controllare gli ingressi e tutelare la sicurezza di tutti, secondo il limite di disponibilità giornaliera”.

 

Nel frattempo, anche uno dei più famosi parchi divertimento è pronto a trasformarsi: “Dal punto di vista operativo – spiega l'Amministratore Delegato Aldo Maria Vigevani – Gardaland ha preparato un programma ben articolato, modulato in funzione delle direttive e dei diversi scenari che contempli contemporaneamente la tutela della salute e le esigenze del divertimento. In particolare, stiamo lavorando ad un Protocollo di Sicurezza per gestire tutti gli aspetti operativi così da minimizzare il rischio per i nostri dipendenti ed i nostri ospiti”.

 

Per quanto riguarda la sicurezza, il Parco effettuerà un attento controllo del numero giornaliero degli ingressi, incentivando in particolare l’acquisto di biglietti online. Anche gli abbonati e i possessori di altri biglietti speciali e promozionali saranno invitati a prenotare in anticipo la loro visita. Ad ogni modo verrà garantito comunque un numero chiuso giornaliero. All’entrata del Parco, verrà misurata la temperatura corporea a dipendenti e visitatori. Agli ospiti e ai dipendenti verranno forniti di dispositivi di protezione, mascherine o schermi a seconda delle necessità. Nelle diverse aree del Parco verranno installati distributori di igienizzante mani. Il Parco assicurerà inoltre la massima cura dei locali e delle attrazioni attraverso la sanificazione delle aree e l’igienizzazione delle superfici.

 

Al fine di garantire la sicurezza degli ospiti, le più popolari attrazioni estive all’aperto, sia acquatiche che all’asciutto, saranno fruibili con il supporto di misure di sicurezza volte a mantenere l’opportuno distanziamento dei visitatori, sia durante l’attesa sia lungo il percorso. Almeno in un primo momento, tutte le attrazioni, teatri e servizi indoor resteranno chiusi. L’apertura di attrazioni, ristoranti e negozi sarà quindi scaglionata, verrà aumentata la distanza tra i visitatori grazie all’utilizzo di file alternate sia sulle attrazioni che nei ristoranti, mentre gli spettacoli saranno tutti rigorosamente outdoor.

 

“Al momento non possiamo fare previsioni sulla data di apertura, per ovvi motivi – conclude Vigevani – ma confidiamo di non perdere l’intera stagione e di ripartire in estate – sul sito ufficiale si parla di inizio giugno – coinvolgendo al 100% la nostra struttura organizzativa con i 230 dipendenti a tempo indeterminato e riassumendo maggior numero di stagionali per la gestione delle attrazioni, dei negozi, dei punti foto e per la ristorazione. Contiamo davvero di rilanciare la stagione di Gardaland prima possibile per contribuire anche al rilancio del relativo indotto sul Lago di Garda”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.55 del 23 Aprile
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 18:54
Ecco dove sono stati trovati i 93 nuovi contagiati in Trentino: dai 29 di Trento ai 4 di Cavalese e Pergine. Oggi si registrano 20 nuovi casi [...]
Politica
23 aprile - 17:52
Uil Fpl Enti Locali: “Malgrado le nostre continue sollecitazioni sindacali, la contrarietà del personale, la diffidenza degli Enti del [...]
Società
23 aprile - 15:42
Da alcuni giorni sta girando sui social con moltissime condivisioni e visualizzazioni un video che pare girato in Val di Fassa ma risale al 2011 ed [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato