Contenuto sponsorizzato

Ruba sci in Trentino per poi rivenderli in Piemonte. I carabinieri fermato un ladro seriale

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di recuperare 5 paia di costosi sci che sono stati poi restituiti ai legittimi proprietari.  Denunciato anche il negoziante per incauto acquisto

Pubblicato il - 21 gennaio 2020 - 08:37

PREDAZZO. Veniva in Trentino a rubare costosi sci per poi rivenderli ad un negozio compiacente piemontese. L'autore dei furti è stato rintracciato dai carabinieri della stazione di Predazzo ed è un 64enne veneto.

I furti sono avvenuto soprattutto nel comprensorio di Bellamonte e i militari hanno passato al setaccio diverse ore di filmati, estrapolati dai sistemi di video sorveglianza, presenti su tutto il comprensorio sciistico. Alla fine hanno individuato il ladro con, tra l'altro, già importanti precedenti penali per furto.

L’uomo -sempre con lo stesso metodo- si appostava per osservare gli avventori dei rifugi o delle baite e appena vedeva depositare un “articolo interessante”, senza destare sospetti, con estrema disinvoltura raggiungeva la rastrelliera e prelevava gli sci lasciati dal malcapitato sportivo, per caricarli nella propria autovettura ed allontanarsi.

I militari, associando gli episodi con analoghi registrati nella Provincia, sono giunti rapidamente ad individuare il ladro e dopo un confronto con i commilitoni della Stazione di Castel Tesino, sono stati in grado di dare un volto ed un nome allo spregiudicato malvivente.

L’azione investigativa dei Carabinieri di Predazzo però non si è fermata al solo furto, ma è proseguita per appurare se, dietro al 64enne, vi fossero anche dei ricettatori. Per questo le forze dell'ordine hanno ottenuto un decreto di perquisizione per il domicilio dell’indagato ed hanno fatto accesso all'abitazione di Castelfranco Veneto.
Questo ha permesso ai Carabinieri della val di Fiemme di risalire lungo la filiera dello smercio, appurando che il ladro si era servito di un compiacente negozio piemontese, per piazzare il bottino.

Sulla base delle verifiche, i Carabinieri di Predazzo quindi hanno interessavano i militari della Compagnia di Chieri (TO), che con le precise indicazioni su un negozio della zona, hanno recuperato 5 paia di costosi sci, restituiti ai legittimi proprietari e hanno denunciato il negoziante per incauto acquisto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato