Contenuto sponsorizzato

Si vuole tuffare nel torrente da un albero ma il ramo cede e precipita sulle rocce

E' successo nei boschi di Centa S. Nicolò. Un uomo è precipitato all'altezza di una cascata per finire nel torrente Centa dopo aver sbattuto sulle rocce e sui sassi. In azione i vigili del fuoco di zona, il soccorso alpino e l'elicottero

Pubblicato il - 15 agosto 2020 - 16:52

CENTA S. NICOLO'. Grave infortunio per un uomo che è precipitato da oltre 3 metri sull'Altopiano della Vigolana.

 

E' successo intorno 15 di oggi, sabato 15 agosto, nei boschi di Centa S. Nicolò. E' precipitato all'altezza di una cascata per finire nel torrente Centa dopo aver sbattuto sulle rocce e sui sassi.

 

Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo si sarebbe tuffato diverse volte da un albero in un'ansa piuttosto profonda del corso d'acqua.

Improvvisamente però il ramo ha avuto un cedimento e l'uomo non ha potuto far nulla per evitare la caduta.

 

Un volo di oltre 3 metri che si è concluso sul greto del torrente dopo aver sbattuto sulle rocce e la persona è rimasta ferita.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, i vigili del fuoco di Centa S. Nicolò e il corpo di Caldonazzo, oltre alle unità del soccorso alpino.

Un'operazione resa complicata dalla zona impervia e difficilmente raggiungibile dai soccorritori.

 

Le squadre si sono portate in jeep fino a circa 500 metri dal luogo dell'incidente e quindi hanno raggiunto a piedi il ferito, mentre da Trento è decollato l'elicottero che ha calato l'equipe medica direttamente sul posto.

 

I vigili del fuoco e il soccorso alpino hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario si è preso carico dell'uomo.

 

Il ferito è stato immobilizzato e stabilizzato, quindi è stato verricellato a bordo dell'elicottero per il trasferimento all'ospedale di Rovereto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

20 settembre - 19:41

I dati, aggiornati alle 19 di oggi, domenica 20 settembre, sembrano abbastanza in linea con le precedenti elezioni amministrative del 2015 (il dato alle 17 era al 39,89%)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato