Contenuto sponsorizzato

Spacciatore ha la stessa auto del carabiniere che scopre il vano segreto (VIDEO) con 8 chili di cocaina

L'uomo, 45enne, è stato fermato alle 5 del mattino dai carabinieri di Vipiteno. Viaggiava su un'auto con frizione e sterzo rotti. Durante la perquisizione del mezzo, i militari si sono accorti di un'anomalia nell'abitacolo

Pubblicato il - 15 febbraio 2020 - 12:06

VIPITENO. Un uomo, 45enne, è stato arrestato per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti dopo essere stato fermato dai carabinieri di Vipiteno.

 

I militari dell'arma stavano svolgendo i consueti controlli del territorio quando, verso le 5 del mattino, hanno fermato un'auto con targa tedesca. Alla guida c'era un uomo, 45enne, di origine albanese. Insospettiti dall'atteggiamento eccessivamente preoccupato dell'uomo, i carabinieri hanno iniziato a porgli domande alle quali rispondeva in maniera confusa. Le forze dell'ordine sono così riuscite a scoprire che l'uomo, in realtà, si trovava in Italia come turista.

 


 

Il fatto che la macchina avesse dei guasti (procedeva con frizione e sterzo rotto) ha insospettito ancora di più i carabinieri. Il cittadino albanese non è riuscito a giustificare il viaggio su un mezzo in quelle condizioni, adducendo altre scuse contraddittorie. 

 

 

I carabinieri hanno quindi deciso di andare a fondo alla questione: gli hanno chiesto dove fosse diretto, da chi stesse alloggiando. Nell'auto non aveva un bagaglio e, tra l'altro, il mezzo non era nemmeno intestato a lui. L'uomo è stato quindi condotto in caserma per ulteriori verifiche e, da subito, è apparso molto nervoso e agitato.

 

I militari hanno scoperto che l'uomo aveva piccoli precedenti penali in Italia per reati connessi al possesso e allo spaccio di droga e hanno così deciso di perquisire la sua auto. Caso ha voluto che il veicolo fosse dello stesso identico modello di quello di uno dei due carabinieri. Durante la perquisizione il militare si è quindi accorto subito di un'anomalia: dal lato passeggero, infatti, in basso a sinistra tra il tunnel del cambio e sotto la strumentazione della plancia centrale, era stato praticato un taglio con una specie di finestrella.

 


 

Dopo aver rimosso la plastica di copertura, i carabinieri hanno scoperto un nascondiglio, molto grande, contenente otto panetti, avvolti nel cellophane e nastro isolante, di cocaina del peso di 8,5 kg. 

 

L'uomo è stato quindi arrestato e portato in carcere a Bolzano mentre la sostanza è stata consegnata al laboratorio analisi sostanze stupefacenti di Laives. 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 05:01

In Trentino il responsabile della protezione civile Cesarini Sforza non si mostra preoccupato mentre la Regione Veneto ha approvato misure straordinarie per fronteggiare eventuali incendi. Un documento dà delle linee di azione anche per gli effetti delle pullulazioni di bostrico sul pericolo di incendi boschivi

18 febbraio - 19:06

Uno dei fattori limitanti di questa specie sono sostanzialmente le basse temperature invernali. Quest'anno però il clima è stato mite. Zanghellini: ''Negli ultimi anni l'aumento delle temperature ha anticipato il ciclo vitale di questo animale" 

18 febbraio - 15:17

E mentre la colonnina di mercurio è salita, un iceberg di 300 chilometri quadrati, paragonabile alle dimensioni di Malta, si è staccato dal ghiacciaio Pine Island. E mentre anche in Trentino si decide di investire milioni di euro su impianti anche sotto i 1.000 metri come a Bolbeno il noto climatologo spiega: ''La neve c'è oltre i 2 mila metri, mentre più in basso i paesaggi sono primaverili. Gli investimenti non dovrebbero più andare solo sullo sci''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato