Contenuto sponsorizzato

Terribile incendio nella notte devasta un'azienda. Il magazzino è collassato, sul posto oltre 40 vigili del fuoco

Sono arrivati con 14 mezzi i vigili del fuoco da tutto il Veneto per spegnere le fiamme che hanno devastato l'azienda a Valbrenta. Sul posto anche i tecnici dell'Arpav per verificare le condizioni dell'aria vista le alte colonne di fumo e le forze dell'ordine per ricostruire quello che è successo 

Pubblicato il - 30 maggio 2020 - 08:39

VALBRENTA. E' un furioso incendio quello che è divampato questa notte alla Geo&Tex 2000, azienda di materiali geotessili, a Valbrenta.

 

L'allarme è scattato poco prima delle 23 di ieri sera e le fiamme, secondo le prime rilevazioni, sono partite dal deposito esterno per poi estendersi al magazzino dell'azienda.

Fiamme altissime che si potevano vedere a molta distanza. Sul posto si sono portate le squadre dei vigili del fuoco arrivate da Bassano, e a seguire da Vicenza, Cittadella, Thiene con i volontari, Padova, Treviso, Verona e Mestre. Oltre 14 mezzi e oltre 40 vigili.

 

L'incendio ha avvolto il magazzino che conteneva i prodotti finiti oltre ad alcune materie prime fino a farlo collassare su se stesso.

 

Particolare attenzione da parte dei vigili del fuoco è stata quella di evitare che il fuoco si estendesse anche alla parte produttiva dell'azienda.

Sul posto anche il personale dell'Arpav per verificare la situazione dell'aria visto le alte colonne di fumo.

 

Stanno ora proseguendo le attività di smassamento e di spegnimento degli ultimi focolai. Sulle cause dell'incendio sono in corso le verifiche da parte delle forze dell'ordine e della polizia giudiziaria dei vigili del fuoco.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 11:41

Nella mattinata di giovedì 26 novembre si è tenuto un incontro tra il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e i sindaci dei due Comuni dell'Altopiano di Pinè (entrambi "zona rossa") Francesco Fantini e Alessandro Santuari. Il primo cittadino di Bedollo: "Abbiamo ottenuto conferma che se entro lunedì la situazione si stabilizza al di sotto del 3% dei positivi, l'ordinanza di zona rossa non verrà rinnovata"

26 novembre - 12:03

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.104 tamponi e registrati 292 nuovi casi positivi, 11 decessi. Sono 280 persone ricoverate, 40 i pazienti in terapia intensiva

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato