Contenuto sponsorizzato

Trovati lungo un sentiero 148 detonatori, 30 metri di miccia e più di 2 chili di dinamite, al lavoro il nucleo artificieri e antisabotaggio

La segnalazione era partita dal servizio strade della provincia di Bolzano. Si tratta, probabilmente, di vecchi esplosivi "da cava"

Pubblicato il - 25 gennaio 2020 - 11:32

CURON VENOSTA. Ieri pomeriggio, venerdì 24 gennaio, i militari del nucleo artificieri e antisabotaggio di Bolzano sono stati impegnati nelle operazioni di disinnesco di alcuni esplosivi, probabilmente residuati di lavori di scavo, rinvenuti dai carabinieri di Curon Venosta in un deposito cantoniere nella frazione di Vallelunga

 

 

I carabinieri sono stati avvertiti, in tarda mattinata, dal servizio strade della Provincia. Il personale, infatti, aveva appena rinvenuto due scatole contenenti 148 detonatori per esplosivo, 30 metri di miccia a lenta combustione e 2,2 chili di gelatina dinamite, tutto in pessimo stato di conservazione.

 

 

Il materiale era stato abbandonato a bordo di un sentiero, probabilmente con lo scopo di farlo ritrovare per la sua rimozione e successivo smaltimento. Le operazioni di disinnesco e messa in sicurezza sono durate circa due ore. La zona è stata isolata e interdetta al pubblico.

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 13:50

L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno nell'area della val di Ledro. In azione le unità del soccorso alpino e l'elicottero con l'equipe medica. Per il base jumper però non c'è stato nulla da fare

21 ottobre - 10:28

Il fatto piuttosto bizzarro è avvenuto a Boscomantico, a pochi chilometri da Verona. Un gatto curioso è rimasto incastrato in un buco di un arredo da giardino. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco per toglierlo dai guai

21 ottobre - 10:05

Continuano a crescere i contagi nel Bellunese. Sono 59 le nuove positività in provincia, di cui 19 legati al focolaio nel triangolo Comelico-Cadore-Ampezzano. Ma il sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina appare rassicurato: "I numeri si stanno assestando. Siamo passati da 135 a 132 contagi"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato