Contenuto sponsorizzato

Ubriaco si stende sui binari della stazione di Trento mentre sta per partire un treno, sollevato di peso e portato in salvo

Gli agenti della polizia ferrovia sono intervenuti dopo una segnalazione arrivata di una persona stesa tra il terzo e il quarto binario. L'uomo è stato multato per ubriachezza e solo successivamente ha capito di essere stato salvato appena in tempo 

Pubblicato il - 11 gennaio 2020 - 09:28

TRENTO. Ubriaco ha deciso di stendersi sui binari e solo l'intervento della polizia ferroviaria ha evitato che fosse investito da un treno.

E' successo alla stazione di Trento dove le forze dell'ordine hanno avuto una segnalazione della presenza di una persona a terra tra il terzo e il quarto binario.

 

Immediatamente i poliziotti si sono portati sul posto ed hanno trovato un uomo riverso a terra ed apparentemente esanime, pericolosamente sdraiato sulla rotaia dove, proprio in quel preciso istante, stava partendo un treno per Bolzano.

 

L'uomo, un cittadino italiano, di 54 anni già noto alle Forze dell’Ordine, non voleva saperne subito di collaborare a causa del troppo alcool in corpo. Gli agenti hanno quindi deciso di sollevarlo di peso e portato in area sicura venendo soccorso e visitato dal personale sanitario del 118 giunto in soccorso.

 

E’ stato necessario attendere il giorno successivo per contestare la sanzione amministrativa per ubriachezza in luogo pubblico, con segnalazione del fatto al Commissariato del Governo. Solo in quel momento l’uomo ha realizzato come l’intervento della Polizia Ferroviaria gli abbia salvato la vita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato