Contenuto sponsorizzato

Una falciatrice avvolta dalle fiamme e un intero prato prende fuoco. A rischio un'area boschiva

Sul posto sono intervenuti i corpi dei vigili del fuoco di Laion, Chiusa, Albions, Roncadizza e Ortisei. L'area è stata interamente bonificata per evitare che riprendessero alcuni focolai 

Pubblicato il - 28 novembre 2020 - 08:03

BOLZANO. Hanno rischiato di essere molto più gravi le conseguenze dell'incendio che è scoppiato in un'area verde a poca distanza da un bosco a San Pietro nella frazione di Laion.

 

Una falciatrice tutto ad un tratto è stata avvolta dalle fiamme che, a causa del terreno arido e della vegetazione secca si sono rapidamente propagate lambendo l'area boschiva vicina.


Fortunatamente l'intervento immediato dei vigili del fuoco ha permesso nel giro di poco tempo a controllare in un primo momento il rogo e poi spegnerlo completamente.

 

Al fine di evitare la ripresa di alcuni focolai che avrebbero potuto scatenare ulteriori incendi l'intera area è stata bonificata.


Sul posto sono intervenuti i corpi dei vigili del fuoco di Laion, Chiusa, Albions, Roncadizza e Ortisei.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato