Contenuto sponsorizzato

Weekend di controlli sui passi montani altoatesini: 26 i motociclisti multati

Continuano i controlli sui passi montani ai motociclisti. Le multe in questione sono state date per eccesso di velocità, inosservanza della segnaletica orizzontale e sorpassi azzardati

Pubblicato il - 27 luglio 2020 - 15:46

BOLZANO. Controlli nel fine settimana sui passi montani. In particolare, questi si sono svolti in Val Gardena, Badia e Pusteria. 

 

Sono quindi state date 26 multe per eccesso di velocità, inosservanza della segnaletica orizzontale e sorpassi azzardati.

 

Si tratta di condotte che mettono in serio pericolo la vita stessa dei motociclisti e degli altri utenti della strada, e che la polizia stradale continuerà a sanzionare nelle prossime settimane, in vista dell’aumento crescente del traffico turistico estivo.

 

Inoltre, durante controlli ai mezzi pesanti ed autobus al casello autostradale in località Varna, Val Pusteria, è stato fermato un conducente, il quale circolava alla guida in stato di ebbrezza alcolica con un tasso pari a 1,07 g/l.

Per il conducente ne è derivata la denuncia per guida in stato di ebbrezza. La persona fermata, oltre alla sanzione penale prevista, rischia la sospensione della patente di guida da un minimo di 8 a un massimo di 18 mesi, poiché conducente professionale di un veicolo adibito al trasporto di cose per un peso superiore alle 3,5 tonnellate. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 17:27

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi: il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure ospedaliere. Il totale è di 6.614 casi e 471 decessi da inizio epidemia coronavirus

30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato