Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, centinaia di autoarticolati “intrappolati” al Brennero: “Ammassati come bestie in attesa del tampone”

Austria e Germania vietano l’ingresso a chi non ha il tampone negativo ma la decisione ha colto molti di sorpresa e a pagare le conseguenze della scelta sono centinaia di autotrasportatori che si trovano incolonnati al Brennero. Il Governo ha allestito delle postazioni d’emergenza per effettuare i test rapidi, ma non mancano i disagi

Di Tiziano Grottolo - 15 febbraio 2021 - 10:44

BRENNERO. A quanto pare la decisione è stata presa dal potente governatore della Baviera, Markus Söder, che per varcare il confine tedesco chiede a tutti un tampone negativo, effettuato non più tardi delle 48 ore. Una scelta che sta provocando gravi disagi al confine del Brennero infatti, ogni giorno, sono migliaia gli autotrasportatori italiani che devono passare per la Germania e anche per loro vige l’obbligo di sottoporsi a un test.

 

Già ieri (14 febbraio ndr) ci sono stati molti problemi – spiega un camionista – dal canto suo l’Austria ha detto che non vuole diventare il parcheggio d’Europa per i tir, così chi arriva al confine viene fatto tornare all’area di servizio di Vipiteno 'Sadobre' dov’è stato allestito un centro per i tamponi. Sono centinaia i colleghi che da ieri e oggi sono ammassati al freddo come bestie, con temperature ben al di sotto dello zero, in attesa di poter fare il tampone”.

 

Per evitare che la colonna assuma dimensioni spropositate già a Bressanone ci sono dei controlli della polizia mentre a Verona nord il traffico viene deviato, le code al Brennero hanno già raggiunto i 3 chilometri. “Molti di noi – aggiunge il camionista – vengono dirottati verso altri confini, almeno quelli che non devono andare verso la Germania, anche se così si allunga la strada”.

 

 

Nel frattempo l’Italia è corsa ai ripari. Per ridurre al minimo i disagi degli autotrasportatori diretti in Germania attraverso il territorio austriaco, obbligati ad esibire un certificato di tampone antigenico Covid-19 negativo (in inglese o in tedesco), il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Enrico Giovannini, il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese hanno concordato che la Sanità Militare-Ministero della Difesa allestisca, a partire da oggi lunedì 15 febbraio, postazioni per effettuare i test agli autotrasportatori.

 

Come già anticipato la decisione si è resa necessaria a causa delle misure restrittive adottate nei giorni scorsi dalla Germania e dell’ordinanza odierna con cui le autorità austriache hanno disposto di conseguenza il divieto di accesso nel territorio austriaco-Tirolo, tramite il valico del Brennero, a tutti i veicoli i cui conducenti e occupanti siano sprovvisti di certificato attestante la negatività al Covid-19, tramite tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore precedenti.

 

I kit per i test sono messi a disposizione dalla struttura commissariale della Presidenza del Consiglio e verranno inviati domani mattina al “Drive Through Difesa” in via di realizzazione in prossimità del Brennero, sotto il coordinamento del prefetto Vito Cusumano, commissario di Governo per la Provincia di Bolzano. Anche la protezione civile è stata allertata per il necessario supporto e la polizia assicura tutti i servizi necessari. La Provincia di Bolzano sta predisponendo altre postazioni nelle quali effettuare i test in prossimità del valico. Ulteriori postazioni verranno eventualmente attivate in funzione dell’evoluzione della situazione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato