Contenuto sponsorizzato

Il rifugio Dario Albasini riceve la certificazione ''I cieli più belli d’Italia'': Uno dei luoghi migliori dove osservare le stelle

Il Marchio “I cieli più belli d’Italia” identifica le migliori ed esclusive locations in cui osservare il cielo stellato e nelle quali è possibile usufruire di servizi dedicati ai viaggiatori delle stelle

Pubblicato il - 06 gennaio 2021 - 09:22

TRENTO. Un punto privilegiato per osservare le meraviglie del cielo stellato. Questa una delle motivazioni che hanno portato il rifugio Dario Albasini, di Dimaro, a ricevere la certificazione di Qualità “I cieli più belli d’Italia”. A comunicarlo è stata Astronomitaly – La Rete del Turismo Astronomico.

 

Il Marchio “I cieli più belli d’Italia” identifica le migliori ed esclusive locations in cui osservare il cielo stellato e nelle quali è possibile usufruire di servizi dedicati ai viaggiatori delle stelle.

 

Possono richiedere la certificazione tutte le locations che desiderino offrire un nuovo prodotto turistico, sostenibile e responsabile, basato sull’emozione di osservare le stelle.

Il rifugio Dario Albasini, viene spiegato in una nota, “meta prediletta da sportivi, sciatori e appassionati di escursionismo”, può ora definirsi un punto privilegiato per l’osservazione delle meraviglie del cielo stellato, uno dei luoghi migliori nella nostra penisola in cui perdersi sotto ad una volta celeste ricca di astri e solcata dalla mistica Via Lattea.

 

Inaugurato nel 1966, il rifugio si trova a 1860 metri di quota ai piedi del Monte Spolverino. Da un anno è teatro di iniziative svolte in collaborazione con Astronomitaly e sostenute dal Consorzio Dimaro Folgarida Vacanze. L’unione e la sinergia tra queste realtà ha condotto alla valorizzazione del ricchissimo patrimonio naturale della zona e del cielo stellato, anch’esso riconosciuto come Patrimonio dell’umanità UNESCO, consentendo così al Rifugio Albasini di essere meritevole della Certificazione “I cieli più belli d’Italia” che mira ad individuare e valorizzare i luoghi del nostro Paese con una bassa percentuale di inquinamento luminoso – in cui poter ancora ammirare un cielo stellato di qualità – e rappresenta l’impegno concreto allo sviluppo del turismo astronomico in Italia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 11:09

Continuano a essere molti i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Mentre si attende la risposta da Roma sulla scelta di mantenere in vigore le misure da zona gialla nonostante il collocamento in zona rossa, i nuovi positivi sono stati 436, 5 i decessi. A Dobbiaco proseguono le operazioni di screening, mentre nelle Rsa si raggiunge il 40% di vaccinati

16 gennaio - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 gennaio - 09:45

Il presidente Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno espresso nella conferenza stampa di venerdì sera la loro sorpresa per la classificazione in zona rossa della provincia di Bolzano. Secondo i dati a disposizione dell'Azienda sanitaria non ci sarebbero le condizioni per questo tipo di colorazione. Per questo, mentre si cerca il dialogo con Roma, l'Alto Adige proseguirà con le attuali misure da zona gialla. Ecco l'ordinanza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato