Contenuto sponsorizzato

In vendita Maso Bernardelli, storico immobile nel parco di Gocciadoro: ecco la base d'asta

Il complesso comprende due parti: l’edificio è su due piani ed è composto da 7 vani, per un totale di 197 metri quadrati. La parte all’aperto è un giardino recintato, a sua volta circondato dal parco di Gocciadoro, di circa 1500 metri quadrati

Pubblicato il - 22 gennaio 2021 - 12:49

TRENTO. L'edificio è su due piani ed è composto da 7 vani per un totale di 197 metri quadri. La parte all’aperto è un giardino recintato, a sua volta circondato dal parco di Gocciadoro, di circa 1500 metri quadrati. Va all’asta Maso Bernardelli, di proprietà della Fondazione Crosina Sartori Cloch. Si tratta di un immobile particolarmente suggestivo perché, trovandosi all’interno del parco di Gocciadoro, ha le caratteristiche di un’abitazione isolata e completamente immersa nel verde, pur essendo in città, a poche centinaia di metri dall’Ospedale Santa Chiara.

 

L’edificio necessita di un importante restauro, ma ha le potenzialità per diventare un’abitazione di lusso. La Fondazione ha, come scopo primario, quello di offrire soluzioni abitative a nuclei familiari con minori e, in generale, soddisfare le esigenze di assistenza-accoglienza di tipo abitativo-residenziale a beneficio di situazioni familiari riconducibili alle nuove forme di povertà. Vendere Maso Bernardelli potrà portare introiti utili a incrementare il patrimonio immobiliare con unità decisamente più adatte a questo scopo.

 

Il complesso comprende due parti: l’edificio è su due piani ed è composto da 7 vani, per un totale di 197 metri quadrati. La parte all’aperto è un giardino recintato, a sua volta circondato dal parco di Gocciadoro, di circa 1500 metri quadrati. L’edificio è tutelato da un vincolo di interesse culturale, come stabilito dalla Soprintendenza per i beni culturali di Trento.

 

La descrizione puntuale dell’immobile è presente nella documentazione complementare che si può richiedere alla Fondazione. In ogni modo, prima di presentare l’offerta, gli interessati devono effettuare un sopralluogo. La vendita avverrà con asta pubblica, con offerte segrete in aumento: il prezzo di stima a base di gara è 528.664 euro.

 

Bando integrale e documentazione complementare potranno essere visionati gratuitamente, o acquisiti in copia, con richiesta scritta al responsabile del procedimento, Mauro Rampinelli, presso la Fondazione Crosina Sartori Cloch, via Bruno De Finetti 24, 38123 Trento, mail segreteria@fondazione-csc.it. La documentazione è comunque disponibile anche online, all’indirizzo www.fondazione-csc.it, sezione bandi e avvisi pubblici. Eventuali richieste di chiarimenti o informazioni complementari devono essere fatte esclusivamente per iscritto all’indirizzo segreteria@fondazione-csc.it e devono pervenire entro il termine inderogabile del 5 marzo.

 

Le offerte dovranno pervenire entro le 12 di lunedì 15 marzo 2021 e le buste verranno aperte il giorno stesso, alle 15.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato