Contenuto sponsorizzato

Lavori in vista in Val di Non: nuova succursale del Liceo Russell nell'area ex Dusini e ok alla circonvallazione di Cles

Il sindaco di Cles Ruggero Mucchi, riunito in teleconferenza con il presidente Maurizio Fugatti e il dirigente generale dell'Agenzia provinciale per le opere pubbliche Luciano Martorano, ha discusso due importanti progetti per il capoluogo noneso: la costruzione della succursale del Liceo Russell e la nuova circonvallazione

Pubblicato il - 22 January 2021 - 11:47

CLES. Nuova sede per il liceo Russell e conferma del percorso per il via ai lavori della circonvallazione di Cles. Sono questi i temi toccati nell'incontro fra il presidente Maurizio Fugatti e il sindaco clesiano Ruggero Mucchi, riuniti in forma virtuale per fare il punto sulla situazione. Alla presenza anche del dirigente generale dell'Agenzia provinciale per le opere pubbliche Luciano Martorano, si è così discusso sulle tempistiche.

 

La succursale del liceo anaune troverà spazio all'interno dell'area ex Dusini, dove lo scorso dicembre sono stati ultimati i lavori di scavo. Attualmente è in corso l'istruttoria necessaria alla pubblicazione del bando di gara europeo, con i lavori che saranno aggiudicati con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

 


 

Il bando di gara sarà pubblicato nel corso del mese di febbraio, mentre l'avvio dei lavori (con la durata di 600 giorni) è previsto entro l'estate. Ma come sarà la nuova struttura? Nell'ex Dusini saranno ricavate 24 aule polivalenti, oltre a 6 laboratori, una biblioteca e spazi tecnici di servizio. Tra questi ci sono magazzini, archivi, locali tecnologici, spazi insegnanti.

 

Il progetto esecutivo di questa prima unità funzionale è già stato approvato dal dirigente dell'Agenzia provinciale per le opere pubbliche per un importo complessivo di 11,7 milioni di euro, di cui 10,32 milioni per i lavori. Per quanto riguarda la seconda unità funzionale, che andrà a completare l'intervento, si prevede invece la realizzazione della palestra e la sistemazione delle aree esterne. L'intervento è attualmente in fase di progettazione definitiva e potrà essere realizzato dopo la conclusione dei lavori della prima parte.

 

Il capo della giunta provinciale e il primo cittadino del capoluogo noneso si sono concentrati sulla circonvallazione di Cles, prevista dagli strumenti di programmazione provinciale per un finanziamento complessivo a bilancio di 56 milioni di euro, di cui 43 milioni a base di gara. L'Ati Emaprice-Collini si è aggiudicata l'appalto per un importo di 39,2 milioni di euro e, secondo quanto previsto dalle disposizioni di gara, ha presentato anche un progetto definitivo sulla base dell'elaborato preliminare redatto da Piazza Dante.

 

La procedura che porterà all'avvio dei lavori prevede l'approvazione preventiva da parte della Conferenza dei servizi del progetto definitivo offerto dall'Ati aggiudicataria, la successiva stipula del contratto, la redazione e la validazione del progetto esecutivo e infine la sua approvazione. Allo stato attuale, la Conferenza è in fase di chiusura e l'approvazione dovrebbe essere attesa entro la fine di febbraio. Nel frattempo, grazia al confronto costante con le strutture provinciali competenti, sono state apportate le modifiche richieste al progetto definitivo. Acquisiti i pareri della stessa Conferenza, si procederà così all'avvio della progettazione esecutiva in capo all'Ati per arrivare alla cantierizzazione dei lavori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato