Contenuto sponsorizzato

LE FOTO. Un boato e poi l'enorme frana si abbatte e distrugge l'hotel, il vice sindaco di Bolzano: ''Mai visto un evento del genere''

Parzialmente distrutta la struttura di proprietà della famiglia del giocatore di hockey Stefan Zisser, l'hotel chiuso in questi giorni anche per l'assenza di turismo per le restrizioni imposte dall'emergenza Covid-19. In salvo la famiglia, non dovrebbero esserci persone coinvolte ma si lavora per avere la certezza

Di L.A. - 05 January 2021 - 17:07

BOLZANO. Non ci sarebbero persone coinvolte nell'enorme crollo della parete rocciosa che sovrasta l'hotel Eberle nel capoluogo altoatesino (Qui articolo). Le verifiche sono però ancora attualmente in corso per togliere ogni dubbio. "Non abbiamo mai visto un evento del genere", commenta Luis Walcher, vice sindaco e assessore del Comune di Bolzano.

Parzialmente distrutta la struttura di proprietà della famiglia del giocatore di hockey Stefan Zisser, l'hotel chiuso in questi giorni anche per l'assenza di turismo per le restrizioni imposte dall'emergenza Covid-19

 

Ci sarebbero state 7 persone, che sarebbero riuscite a mettersi in salvo: le forze dell'ordine e la famiglia confermano, infatti, che l'hotel in questo periodo non aveva ospiti.

 

La famiglia si trovava nella propria abitazione, posizionata sul lato destro rispetto alla struttura; nessun dipendente era presente in albergo. 

 

FOTO. Una frana investe e distrugge l'albergo Eberle

Un enorme boato, poi la frana di roccia e sassi si è abbattuta intorno alle 15 di oggi, martedì 5 gennaio, sul lato sinistro; il materiale è piombato sull'albergo e una parte dell'edificio è stata spazzata via dalla forza e dalla mole dei detriti. Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanze, vigili del fuoco permanenti di Bolzano, soccorso alpino e carabinieri.

 

L'area è stata isolata e messa in sicurezza, gli operatori sono in azione per rimuovere i detriti e escludere la presenza di eventuali persone rimaste coinvolte nell'evento. L’albergo si trova in zona monte Tondo, una settantina di metri sopra il capoluogo e nelle vicinanze della passeggiata di Sant'Osvaldo.

Come anticipato, fortunatamente non ci sarebbero feriti; in quel momento nessuno si sarebbe trovato nemmeno per una passeggiata lungo la camminata che costeggia l'hotel, zona solitamente molto frequentata. Anche il personale medico accorso sul posto confermerebbe che non ci sono persone coinvolte. Sono naturalmente ore molto frenetiche, continuano intensamente le operazioni per avere la certezza assoluta che non ci siano persone sotto le macerie.

 

Negli scorsi giorni in Alto Adige sono state registrate precipitazioni oltre alla media pluriennale, le forze dell'ordine indagano e approfondiscono le cause che hanno portato a un crollo di questa entità.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 13:10
La piena dell'Adige delle ultime ore e la violenza dell'acqua hanno restituito moltissimi rifiuti che ora si trovano sugli argini del fiume assieme [...]
Cronaca
05 agosto - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 agosto - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato