Contenuto sponsorizzato

Maltempo, torna la pioggia in Trentino. Possibile rischio gelicidio

A partire dalla tarda serata di mercoledì 20 gennaio, sul Trentino dovrebbe transitare una saccatura che porterà precipitazioni anche nevose. La pioggia e le basse temperature possono creare le condizioni per la formazione di ghiaccio, in particolare nelle zone in ombra

Pubblicato il - 20 gennaio 2021 - 16:01

TRENTO. Sono giorni freddi e piovosi quelli che si attendono in Trentino. Secondo le previsioni di Meteotrentino, rilanciate da un invito all'attenzione da parte della Protezione civile, il territorio provinciale tornerà infatti ad essere interessato da precipitazioni, inizialmente deboli e poi più diffuse e insistenti a partire dalla giornata di giovedì.

 

A portare acqua e neve sarà il transito di una saccatura, cioè configurazione barica caratterizzata da una bassa pressione che si estende da una depressione fino ad incunearsi tra due adiacenti aree di alta pressione. Nella notte fra mercoledì e giovedì, si registreranno alcune deboli precipitazioni isolate, eventualmente nevose anche a basse quote. Da giovedì, invece, si prevede un graduale peggioramento che nel corso della giornata porterà le precipitazioni sparse a divenire più diffuse e di moderata intensità.

 

Il limite delle nevicate, in questo caso, dovrebbe alzarsi, raggiungendo gli 800-1000 metri di quota. Il terreno, specie nelle zone in ombra, anche a bassa quota, sarà gelato e quindi potranno verificarsi fenomeni locali di gelicidio. Il rischio maggiore per la formazione di ghiaccio riguarda le zone in cui ristagna l'aria fredda.

 

Nella giornata di venerdì il cielo dovrebbe infine essere nuvoloso o coperto con precipitazioni più diffuse. La quota neve continuerà a salire e si attesterà probabilmente fra i 1000 e 1400 metri. Le temperature minime dovrebbero a loro volta crescere, riducendo a scarsa l'escursione fra minime e massime. In quota si prevedono forti venti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 05:01

E' il Trentino il territorio che ha registrato in Italia il maggior eccesso di mortalità nel periodo ottobre-dicembre 2020 (+65,4%). Su tutto l'arco dell'anno, invece, la Provincia di Trento è seconda solamente alla Lombardia, con un 29,9% in più rispetto al 36,6% registrato dal vicino lombardo

 

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato