Contenuto sponsorizzato

Musica a Villa Rizzi per sostenere la Comunità Murialdo: al via due progetti di crescita personale e lavorativa per i ragazzi

La Comunità Murialdo del Trentino Alto Adige organizza un momento di danza e musica per tornare a incontrarsi e sostenere due progetti che porta avanti da tempo e che promuovono la crescita personale e lavorativa di un gruppo di ragazzi tra i 18 e i 25 anni: “Casa Leo” e “Voglio provarci, è ora!”. Il secondo appuntamento di “Villa Rizzi in musica” è venerdì 1 ottobre a partire dalle 18, all’esterno di Villa Rizzi, a Sardagna

Di Marianna Malpaga - 26 settembre 2021 - 13:54

TRENTO. La danza e la musica offrono un momento per rincontrarsi e per sostenere due progetti ai quali la Comunità Murialdo del Trentino Alto Adige tiene molto: “Casa Leo” e “Voglio provarci, è ora!”. Dopo un primo incontro in compagnia dei Blue Saxophone Ensemble, la Comunità propone un aperitivo in danza in compagnia degli studenti del Liceo Bonporti di Trento venerdì 1 ottobre a partire dalle 18, all’esterno di Villa Rizzi, a Sardagna. 


I fondi raccolti attraverso le due serate (“Villa Rizzi in musica”) andranno appunto ai due progetti, dedicati alla crescita personale e lavorativa dei ragazzi tra i 18 e i 25 anni. “Voglio provarci, è ora!” è un laboratorio grazie al quale un gruppo di giovani in difficoltà acquisisce i pre-requisiti lavorativi indispensabili non solo ad avere un lavoro ma anche a mantenerlo nel tempo. La cornice è quella di Villa Rizzi, a Sardagna, e le attività svolte dai ragazzi si concentrano soprattutto nell’ambito agricolo: orticoltura e allevamento, ma anche coltura di piccoli frutti. Oggi gran parte delle coltivazioni sono dedicate alle erbe officinali e aromatiche.

 

I ragazzi del progetto “Voglio provarci, è ora!” seguono l’intera filiera produttiva di queste colture: dalla pianta in campo alla raccolta, fino ad arrivare all’essicazione, alla lavorazione, al confezionamento e alla vendita diretta del prodotto finale. Quando i giovani sono pronti, poi, arriva il momento per sperimentarsi nel mondo lavorativo esterno al laboratorio, con un tirocinio in azienda che dà la possibilità di sperimentare sul campo quanto appreso all’interno di Villa Rizzi

 

Casa Leo”, il secondo progetto al quale sarà devoluto il ricavato delle due serate organizzate da Comunità Murialdo, fornisce invece agli stessi giovani le competenze necessarie ad affrontare una vita adulta indipendente. Si tratta di un progetto residenziale ad alta autonomia, all’interno del quale i ragazzi vengono anche accompagnati da un’equipe di educatori. L’obiettivo è fornire le competenze necessarie a gestire la casa e a curare la propria persona attraverso strategie adeguate
Per prenotarsi alla serata del 1° ottobre, basta scrivere alla Comunità Murialdo (villarizzi@murialdo.it) o chiamare lo 0461985252 o il 3462899545. Il contributo richiesto per la serata è di 13 euro. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
23 ottobre - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 ottobre - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato