Contenuto sponsorizzato

No-vax, in piazza a Trento ci sono pure gli Schützen (VIDEO): “Non rinnovate il Green pass, non presentatelo e non andate a lavorare”

Alla manifestazione di piazza Dante a Trento sono presenti anche i No-vax altoatesini, compreso l’ex comandante degli Schützen: Siamo in 100mila in tutta la regione non andate più a lavorare così possiamo far crollare questo sistema di mer*a”

Di Tiziano Grottolo - 27 novembre 2021 - 15:57

TRENTO. In piazza Dante a Trento, di fronte al palazzo della Provincia, è andata in scena l’ennesima manifestazione organizzata dal fronte che si oppone all’obbligo vaccinale e alla misura del Green pass. “Oggi ci hanno aggiunto i nostri amici altoatesini”, ha esordito uno dei manifestanti, fra i primi a prendere parola. Lo stesso manifestante ha poi aggiunto: “Sta rinascendo un’amicizia fra Trentino, Alto Adige e Austria, invitiamo tutti a non rinnovare il Green pass e non presentarlo”. Poi l’invito ad astenersi dal lavoro e dagli acquisti, oltre che a comprare “l’unico giornale che ci sostiene” cioè “La Verità”.

 

In rappresentanza dei No-vax altoatesini hanno preso parola diverse persone, alcune arrivate fino dalla val Pusteria. “Sapete perché siamo la regione con meno vaccinati dello stato italiano? – si è domandato uno dei manifestanti – abbiamo una storia in comune siamo un popolo che ha sempre combattuto per la libertà. Facciamo la stessa cosa dei nostri antenati. Noi costruiamo il vero Euregio”.

 

 

Durante la protesta ha preso parola anche l’ex comandante degli schützen, Jürgen Wirth Anderlan: “Siamo in un tempo in cui non si può più dire la verità. Vedo rabbia e delusione ma anche la voglia di combattere fino alla fine. Siamo in 100mila in tutta la regione, non andate più a lavorare così possiamo far crollare questo sistema di mer*a”. Al suo fianco era presente pure Paolo Primon, comandante della Schützenkompanie Trient Major Giuseppe de Betta. 

 

Ezio Casagranda, del sindacato Usb e fra i leader dei No-vax locali ha fatto sapere che anche i trentini restituiranno il favore e parteciperanno a una delle prossime manifestazioni a Bolzano: “Non possiamo accettare che alcuni lavoratori siano sospesi perché non fanno il siero magico. Chiariamo a tutti quei cialtroni che si spacciano per giornalisti che noi siamo per la libertà di tutti. Inaeselli e Fugatti voi siete dei servi. Qua c’è un popolo che decide di contrastare questa dittatura sanitaria”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato