Contenuto sponsorizzato

Prime riaperture ed è subito ingorgo sulla ferrata di Monte Albano, decine di alpinisti in contemporanea. Bona: "Una delle più belle, andrebbe sfruttata meglio"

Decine di scalatori hanno preso d'assalto la ferrata nel weekend, tanto che domenica si è creato un ingorgo sulla via a causa di vari gruppi impegnati nella scalata contemporaneamente. Il consigliere Bona: "È una delle migliori d'Europa, potrebbe fare da traino per tutto il turismo di Mori"

Foto Ivo Cipriani
Di Mattia Sartori - 18 May 2021 - 17:49

MORI. Col via libera degli ultimi giorni sono stati molti i trentini e non che hanno scelto di tornare in montagna nel weekend per un po’ di aria fresca ed esercizio fisico. In particolare domenica 16 maggio a Mori decine di persone hanno deciso di tentare l’assalto alla ferrata di Monte Albano.

 

 

Il numero di scalatori era così alto che nella mattinata si è addirittura creato un ingorgo, dopo che la via era stata impegnata da un’ottantina di scalatori contemporaneamente. Ivo Cipriani, un residente del paese, racconta: “In un periodo normale non si vedono tante persone tentare la ferrata. Io che vivo vicino a una delle vie d’accesso solitamente vedo passare pochi gruppi al giorno”.

 

“Questa domenica però è stato diverso – continua -. Non si sono mai viste così tante persone qui, in molti sono passati anche dalla parte di Mori Vecchia, che al momento sarebbe chiusa. Solo in mattinata ho visto passare due gruppi grandi da circa trenta o quaranta persone l’uno. Verso le 10 inoltre si è creato un ingorgo sulla via, probabilmente perché qualche principiante stava avendo delle difficoltà nel proseguire”.

 

 

 

“Un’affluenza così alta, comunque, testimonia come questa potrebbe essere un’importante attrazione per Mori. Bisognerebbe valorizzarla meglio, per esempio installando delle strutture dove gli alpinisti possano cambiarsi o usufruire dei servizi igienici”, conclude Cipriani.

 

 

Si dice d’accordo il consigliere comunale Erman Bona, che afferma: “La ferrata di Monte Albano è tra le più belle d'Europa e una delle migliori attrattive di Mori e potrebbe fare da traino nel rilanciare il nostro turismo su tutto un altro livello. Quello che serve però è un piano di marketing territoriale pluriennale che punti a sfruttare le occasioni in cui i turisti arrivano in paese per promuovere le bellezze uniche del nostro territorio, in modo da invogliare le persone a ritornare”.

 

"Se riuscissimo a sfruttare bene queste caratteristiche uniche del nostro territorio come la ferrata porteremmo grandi benefici a tutta la comunità. Si riempirebbero le strutture ricettive e i ristoranti, dando grande impulso all'economia della nostra cittadina. Per farlo però servono investimenti mirati e soprattutto un piano che approfitti di manifestazioni e grandi eventi per promuovere le nostre peculiarità".

 

Si pronuncia anche il sindaco di Mori, Stefano Barozzi: "La ferrata è già uno dei punti cardine del turismo di Mori, come testimoniato dalle migliaia di persone che la visitano ogni anno. Questo weekend è stata più frequentata del solito, come lo sono state la nostra ciclabile e i nostri sentieri di montagna, ma sono ormai 45 anni che è un simbolo della nostra cittadina. I ragazzi della Sat la mantengono bene e la valorizzano, continuando a pubblicizzarla nel loro ambiente ed effettivamente sono molti gli amanti della montagna che vengono a percorrerla. Noi speriamo sempre che poi si fermino anche al ristorante o al bar, soprattutto ora che il coprifuoco è stato spostato, ma su questo non abbiamo così tanto controllo". 

 

"Per quanto riguarda gli interventi di miglioramento - conclude -, stiamo pensando di assumere delle figure fisse per assistere chi affronta la ferrata, ma non è ancora nulla di sicuro. Per il momento ringraziamo i ragazzi della Sat per l'opera di manutenzione che continuano a portare avanti e auguriamo a tutti di divertirsi sulla nostra via, raccomandando sempre di prestare attenzione: la montagna è imprevedibile e bisogna affrontare ogni tratto con prudenza". 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 08:52
La Squadra Mobile ha arrestato un uomo in relazione al reato di maltrattamenti in famiglia, un trentottenne straniero, ma da anni residente a [...]
Cronaca
15 giugno - 06:01
Il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella chiede chiarimenti in merito alle classi 'particolari' di indirizzo bilinguistico e musicale [...]
Cronaca
14 giugno - 16:21
Oggi in conferenza stampa il sindaco Ianeselli ha risposto alla lettera inviata dal gestore de "La Scaletta" in cui l'imprenditore si lamentava dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato