Contenuto sponsorizzato

Tragedia ad Ala, indagato il carabiniere che ha sparato a Matteo Tenni. Si valuta la legittima difesa

E' stato aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale. E' un atto dovuto per arrivare ad un completo chiarimento di quello che è successo

Pubblicato il - 11 April 2021 - 08:22

ALA. La Procura della Repubblica ha aperto un'indagine per omicidio preterintenzionale a carico del carabiniere che venerdì sera a Pilcante di Ala ha sparato colpendo il 44enne Matteo Tenni che poi è morto. (QUI L'ARTICOLO)

 

Ieri mattina gli investigatori sono ritornati nel luogo del drammatico episodio per riuscire ad analizzare ulteriori elementi per ricostruire in maniera esatta quello che è successo. Si sta vagliando l'ipotesi della legittima difesa e il fascicolo aperto è un atto dovuto per chiarire l'evento. Non si deve tralasciare nulla e il lavoro viene portato avanti dalla Pm Viviana Del Tedesco.

 

Domani, lunedì 12 aprile, dovrebbe arrivare anche il referto autoptico che consentirà di avere ulteriori elementi sulla morte di Matteo Tenni.

 

Una morte che è avvenuta a Pilcante davanti alla sua casa nella serata di venerdì. L'uomo, affetto da una fragilità psichica, non si è fermato all'alt dei carabinieri durante un controllo ma ha proseguito la sua corsa fino a casa.

 

I militari lo hanno seguito, sono arrivati davanti all'abitazione dell'uomo. Dal garage quest'ultimo è uscito con un'accetta ed ha iniziato a colpire l'auto dei carabinieri, danneggiando  più volte il parabrezza, ferendo anche uno dei due operatori dell'Arma. Ad un certo punto uno dei due militari ha estratto la pistola sparando un colpo verso il basso. La pallottola ha colpito la gamba del 44enne recidendo l'arteria femorale. Poco dopo Matteo Tenni è morto, inutili i tentativi di salvarlo da parte dei sanitari.

 

Una vicenda che ha lasciato sotto shock un'intera comunità.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 08:30
Il giovane in condizioni ancora molto gravi con ustioni di secondo e terzo grado si trova al centro grandi ustionati di Murnau in Baviera. Un altro [...]
Cronaca
22 maggio - 06:01
Oltre 100 dipendenti dell'Azienda sanitaria tra tecnici, infermieri e medici assieme a 400 volontari che hanno gestito le postazioni di soccorso [...]
Cronaca
22 maggio - 07:24
A dare l'allarme i colleghi che hanno immediatamente chiamato le forze dell'ordine. Alla guida dell'auto un uomo di 36 anni che, fermato dalle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato