Contenuto sponsorizzato

''Ci fanno accampare a chilometri di distanza con una tangenziale da attraversare. Ma sanno come funziona un concerto di Vasco?''

Tra il Bici Grill e l'Adige si sono accampati qualche centinaio di super fan. Li abbiamo incontrati. Da Luca arrivato dalla Svizzera a Samuele da Latina spiegano come al momento le cose non stiano andando come si aspettavano: ''Siamo lontanissimi dal palco e per spostarci dobbiamo camminare sulla tangenziale. Muoversi con i taxi è troppo costoso. Noi seguiamo tutto il tour''. Più positiva Katia di Rovereto: ''Capisco loro che sono qui in tenda ma non è colpa dell'organizzazione. E' un problema legato al dove è posizionata l'area''

Di Giuseppe Fin e Luca Pianesi - 18 May 2022 - 19:28

TRENTO. Decine di tende montate sui prati fra l'Adige e la pista ciclabile. Un camping non e che si sente fuori posto (normalmente vengono lasciati pernottare molto più vicino al palco) che questa notte crescerà ancora di dimensioni e dal quale si levano già le prime polemiche. Tra i super fan sono evidenti le falle di un'organizzazione ''che - spiegano - sembra quasi non conoscere come si svolgono normalmente i concerti di Vasco'' per un evento di dimensioni spropositate che la prima volta viene realizzato in Trentino.

 

Un evento per 120 mila persone in una città di 120 mila abitanti. Un evento calato dall'alto su una zona che fino a poche settimane fa era campagna e che ora si troverà a misurarsi con un mega afflusso di persone incastrate tra la ferrovia del Brennero, la montagna e alcune strade di primaria importanza per la viabilità tra Trento e Rovereto. Giovedì lo spettacolo per i fan, venerdì quello per tutti gli altri ma sono proprio i primi, che di concerti del Blasco ne hanno masticati a centinaia e hanno il metro di paragone con altri contesti, che si mostrano critici per quanto visto fino ad oggi in Trentino. 

 

Luca, detto Lo Svizzero perché vive nel paese elvetico ed è arrivato qualche giorno fa per seguire il tour del Blasco in ogni tappa, spiega che per due giorni ha dormito sui tavolini del Mc Donald perché nessuno sapeva dirgli dove andare a piantare la tenda e che normalmente le centinaia di super fan di Vasco che arrivano giorni prima possono accamparsi vicini all'area concerto ''anche perché noi siamo quelli che devono stare sotto il palco - spiega - e arriviamo giorni prima proprio per assicurarci quegli spazi''.

 

Con lui gli altri super fan (''siamo una grande famiglia'', spiega) che si faranno tutto il tour e che venerdì notte dopo il concerto si sposteranno già verso Milano e ai trentini spiega: ''Quando arriva Vasco si sa che la gente arriva molto prima. Sta sera ci sarà un botto di gente qua (indica le zone vicino al BiciGrill). Ma non si può fare le cose così. Noi abbiamo dormito due giorni sui tavolini del Mc e poi siamo andati avanti e indietro lungo la tangenziale a piedi e ve lo assicuro, non è il massimo. Ma non c'erano grandi alternative: non è che puoi prendere ogni giorno il taxi per raggiungere la città. Costa troppo e facendo tutto il tour i soldi li devi gestire''.

 

''Questa - dice Luca - non è un'area molto adatta per un concerto così grande o almeno non per Vasco. A noi serve un'area libera molto più ampia e molto tempo prima. Oggi c'hanno detto domani vi potete mettere qua. Si ma sta sera arrivano almeno altre tre-quattrocento persone. Te la chiudono loro la strada. Noi vogliamo stare davanti. Noi dobbiamo stare davanti, quando aprono ci sarà la corsa campestre per mettersi sotto il palco''. Critico anche Samuele da Latina: ''Noi facciamo tenda ed è una settimana che siamo qui. Ma non va bene. Stiamo accampati a circa due chilometri e mezzo da dove dovrebbe esserci la probabile entrata. Quindi molto distanti più tutto quello che si deve attraversare per arrivare fino a dentro''. 

 

Con lui c'è Katia di Rovereto, altra super fan che seguirà il Blasco in tour, che però è più positiva: ''Io essendo trentina ritengo sia stato organizzato in maniera capillare per tutti con aree adibite a moto, a bici, parcheggi auto, bus navette da Riva da Pergine, Rovereto. Quindi secondo me ci siamo perfettamente. Però io ho uno sguardo oggettivo perché conosco già le zone. Capisco che per loro che campeggiano è diverso perché normalmente ci sono aree adibite a loro più vicine al palco e loro lo fanno per arrivare in transenna. Io però conosco la mia valle e quindi poso dire che le criticità non nascono dall'organizzazione ma da come è il territorio in questa zona''. 

 

Non soddisfatti nemmeno Giovanna e Riccardo di Fondi, in provincia di Latina: ''Siamo arrivati questa notte alle 3 e ancora non capiamo se ci faranno rimanere qui o ci faranno avvicinare all'area concerto con le tende, ma molto probabilmente non ci lasceranno. Siamo lontanissimi da dove dovremmo essere. Diciamo che è organizzata un po' così rispetto ad altre tappe rispetto e rispetto ad altre date. E si capisce facilmente: noi siamo quelli che partecipano al soundcheck la sera prima e non potendo restare dove staremo domani sera dovremo uscire e per il concerto dovremo rientrare e rischiamo di trovare gente davanti. Ma lo facciamo. Alla fine anche il sacrificio fa parte del gioco. I sacrifici, i soldi, il mal di schiena. Noi siamo usciti da casa il 17 maggio e rientreremo a casa il primo luglio. La schiena a un certo punto si farà sentire. Ma siamo troppo contenti che si ricominci''.  

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 4 ottobre 2022
Telegiornale
04 Oct 2022 - ore 21:53
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
05 ottobre - 20:20
La comunicazione ha raggiunto i clienti della Cassa di Trento, il rincaro scatta dal 1 gennaio. Il Centro consumatori: "Analizziamo il documento ma [...]
Politica
05 ottobre - 19:52
Da vent'anni in consiglio comunale a Trento Vittorio Bridi è un leghista delle prima ora. E' un bossiano e sul tonfo elettorale fatto dal suo [...]
Cronaca
05 ottobre - 17:31
L'Enpa lancia una petizione online per ridurre l'Iva al 10% sulle spese per alimentazione e veterinarie. Enpa: "Aumenti di energia, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato