Contenuto sponsorizzato

Commerciante aggredito a Rovereto dopo un furto, Salvini: “Tolleranza zero”

L'episodio arriva a poche ore di distanza dal video diventato virale sui social che riprende un uomo, un 36enne, sare in escandescenza nel pomeriggio di martedì in via Benacense: in questo caso la vittima è il titola di Bureau Valleè, all'Urban Center, Mario Carriola che nel pomeriggio di ieri è stato aggredito dopo un furto nella sua attività

Di Filippo Schwachtje - 25 August 2022 - 18:19

ROVERETO. “Ancora una baby gang in azione, questa volta a Rovereto, con un paio di ragazzini di origine straniera che aggrediscono brutalmente un commerciante”. Sono queste le parole del leader della Lega Matteo Salvini che, dopo il caso dei due carabinieri aggrediti da un uomo negli ultimi giorni in via Benacense (Qui Video), torna a parlare sui suoi profili social della Città della quercia.

 

La vittima in questo caso è il titolare di Bureau Vallèe, all'Urban Center, Mario Carriola, che nel primo pomeriggio di ieri (mercoledì 24 agosto) si è accorto che tre giovani erano entrati nel suo negozio, rubando della merce e poi cercando di darsi alla fuga. “Mi sono accorto dei tre soggetti all'interno del mio negozio, due uomini stranieri ed una ragazza presumibilmente italiana, verso le 14 e 20 – spiega il titolare a il Dolomiti – ma non si trattava di una baby gang, visto che uno di loro era sulla quarantina. Li ho seguiti con le telecamere di sorveglianza e mi sono accorto che stavano rubando due power bank”.

 

A quel punto il commerciante li ha raggiunti, intimando ai tre di restituire la merce rubata: “La ragazza ed uno dei due uomini mi hanno subito consegnato il primo power bank – dice Carriola – ma il secondo era in mano al terzo soggetto, che era sceso per le scale andando verso il supermercato. Uscendo dal mio negozio mi sono però accorto che stava risalendo e gli ho subito chiesto di restituire il maltolto, minacciando di chiamare la polizia. A quel punto mi ha aggredito e spintonato, sbattendomi contro la balaustra del terrazzino interno e gridando 'ti ammazzo!'. Ha cercato di spingermi giù, ma non riuscendo mi ha poi scaraventato contro la porta in vetro dell'ascensore poco lontano, che si è crepata. Fortunatamente il vetro non si è rotto, visto che in quel momento l'ascensore era al piano -2”.

 

I tre sono poi scappati fuori dalla struttura, dove hanno però trovato una pattuglia della polizia che avrebbe subito fermato due soggetti, mentre il terzo, dopo un tentativo di fuga, sarebbe stato identificato dalle forze dell'ordine. Per quanto riguarda Carriola, il commerciante si è recato al pronto soccorso ed ha ricevuto una prognosi di sette giorni.

 

Un episodio che, come detto, arriva a poche ore di distanza dal video diventato virale sui social e che riprende un uomo, un 36enne cittadino nigeriano, dare in escandescenza nel pomeriggio di martedì in via Benacense, aggredendo un passante in bicicletta e poi i carabinieri intervenuti, arrivando addirittura a saltare sopra la macchina dei militari. “Tolleranza zero – continua Salvini – la Lega ha già fatto proposte concrete, che prevedono anche il divieto di patente per i delinquenti in erba. In Italia devono tornare educazione e rispetto delle regole”.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 Sep 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
01 ottobre - 19:46
La manifestazione si è svolta in piazza Mazzini a sostegno delle donne iraniane, contro la morte della 22enne curda Mahsa Amini. [...]
Politica
01 ottobre - 18:45
Dopo il brutto risultato della Lega anche in Trentino, più che doppiata da Fratelli d'Italia, si sono aperte delle crepe nella maggioranza di [...]
Società
01 ottobre - 17:30
Si va dalle certezze, come il San Leonardo e si arriva alle novità ''a partire da Revì che si trova in compagnia con diverse cantine da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato