Contenuto sponsorizzato

E' stato trovato senza vita Silvano Fedel. Il corpo del 55enne localizzato dall'elicottero in un canalone innevato molto ripido e impervio

Dopo un'altra intensa giornate di ricerche, l'avvistamento del corpo senza vita è stato possibile con il sorvolo dell'elicottero, attivato per controllare alcune tracce nelle neve in un luogo troppo impervio per le squadre di terra. Il 55enne è stato trovato in un canalone ripido e impervio in località Carner, sopra l'abitato di Zuclo

Pubblicato il - 05 April 2022 - 20:48

BLEGGIO SUPERIORE. E' stato ritrovato senza vita Silvano Fedel. Si sono concluse tragicamente le operazioni di ricerca del 55enne di Civezzano scomparso venerdì scorso, quando è uscito per una corsa in montagna.

 

La dinamica dell'incidente è in fase di accertamento da parte dei tecnici e delle forze dell'ordine ma il 55enne è stato trovato in un canalone innevato molto ripido e impervio tra il monte Piza e il monte Solvia, nelle vicinanze del torrente Ridever in località Carner, sopra il centro abitato di Zuclo.

 

Dopo un'altra intensa giornata di ricerche, l'avvistamento del corpo senza vita di Fedel è stato possibile con un sorvolo dell'elicottero, che è stato attivato per controllare delle tracce avvistate nella neve, in un luogo troppo impervio per essere percorso dalle squadre via terra.

 

L'elicottero ha imbarcato a bordo un tecnico del soccorso alpino e dopo alcuni minuti di volo l'equipaggio ha avvistato una sagoma in località Carner.

 

A quel punto sono stati verricellati sul posto il tecnico di elisoccorso e il medico, il quale non ha potuto fare altro che constatare il decesso di Fedel. Dopo il nullaosta delle autorità, la salma è stata recuperata a bordo, portata a Cavrasto e affidata al carro funebre.

 

Si sono concluse così le vaste operazioni di ricerca attivate in questi giorni in una vasta area del Bleggio Superiore. Il 55enne di Civezzano il primo aprile scorso si trovava a Rango per seguire i lavori di un immobile quando ha deciso di uscire per una corsa in montagna. Da quel momento però si erano perse le tracce e i familiari, preoccupati, per l'assenza di comunicazioni e per le telefonate andate a vuoto avevano interessato il Numero unico per le emergenze. Nelle ore successive alla scomparsa, le attività si erano concentrate nella zona cima Sèra, malga Stabio e passo Durone. Successivamente le operazioni sono state allargate al monte San Martino, monte Cogorna, Val Marcia, malga Nardis) fino al monte Misone. 

 

Cani molecolari, droni e l’elicottero e centinaia di operatori tra soccorso alpino delle Stazioni Giudicarie Esteriori, Val Rendena Busa di Tione, San Lorenzo in Banale, Valle del Chiese, Pinzolo e Molveno; squadre dei vigili del fuoco volontari del Bleggio Superiore; i permanenti di Trento e la guardia di finanza e il corpo forestale hanno setacciato le varie zone. Oggi, martedì 5 aprile, purtroppo il tragico epilogo con il ritrovamento di Fedel senza vita.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 5 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 luglio - 11:41
Alessandra De Camilli è scampata alla tragedia sulla Marmolada ed è stata ricoverata all’ospedale Santa Chiara di Trento, il compagno invece è [...]
Cronaca
06 luglio - 10:31
Dopo essere stato distrutto da una valanga a dicembre 2020 il rifugio Pian dei Fiacconi sul versante nord della Marmolada non ha più [...]
Cronaca
06 luglio - 11:36
L'autoscala dei pompieri è stato tamponato da un camper, il conducente però non si è fermato e ha continuato il viaggio. L'appello dei vigili [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato