Contenuto sponsorizzato

Pos obbligatorio a partire dal 30 giugno: scattano le sanzioni per chi non accetta pagamenti con bancomat e carte di credito

A partire da questa data scatteranno le sanzioni per commercianti e professionisti che non saranno muniti di strumentazione per il pagamento elettronico. Le regole del nuovo decreto entreranno in vigore con 6 mesi di anticipo. Rienzi: "Una battaglia storica di Codacons, che da ben 8 anni chiedeva al governo e Parlamento di prevedere sanzioni per quei negozianti che impediscono ai propri clienti di pagare con carte e bancomat"

Di F.C. - 27 June 2022 - 11:44

TRENTO. Dal 30 giugno 2022 il "si accettano solo contanti, niente carta" non sarà più valido. A partire da questa data scatteranno le sanzioni per commercianti e professionisti che non consentiranno ai propri clienti di pagare con Pos.

 

Lo ricorda il Codacons che fin dal 2014 aveva avviato una battaglia per rendere realmente efficaci le norme sull’obbligo di Pos per gli esercenti.

Secondo il decreto legge 36 del 30 aprile 2022 del Consiglio dei ministri (Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Pnrr) il 30 giugno 2022 entreranno in vigore con 6 mesi di anticipo le nuove regole.
 

Esercizi commerciali, imprese e professionisti saranno obbligati ad accettare pagamenti con bancomat e carte di credito. Per chi rifiuta è stata prevista una sanzione amministrativa di 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l’accettazione del pagamento. Saranno interessati dalla novità numerose figure professionali.

"Si tratta di una battaglia storica del Codacons – afferma il presidente Carlo Rienzi – che da ben 8 anni chiedeva al governo e Parlamento di prevedere sanzioni per quei negozianti che impediscono ai propri clienti di pagare con carte e bancomat. Già a partire dal 2014, grazie al decreto legge numero 179/2012 del Governo Monti, era stato introdotto in Italia l’obbligo per negozianti e professionisti di accettare i pagamenti con Pos, misura poi confermata ed estesa a partire dall’1 luglio 2020 dal decreto fiscale collegato alla legge di bilancio".

 

Secondo Codacons, nessuna delle due norme però "aveva introdotto sanzioni per gli esercenti che rifiutavano pagamenti con carte e bancomat -conclude - questo ha portato a una situazione paradossale in cui ancora oggi numerosi negozianti in tutta Italia, pur possedendo il Pos, impediscono ai clienti di pagare con moneta elettronica, consapevoli che non andranno incontro a alcuna multa".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
14 August - 14:50
L’orso era stato curato al Casteller a causa di un investimento, a giugno invece era stato reimmesso in natura e ha mantenuto un comportamento [...]
Cronaca
14 August - 15:31
Dalle prime informazioni l'uomo, un 63enne originario di Marostica, che si trovava alla Malga con il fratello e il nipote, si era incamminato per [...]
Cronaca
14 August - 15:47
Sono stati trovati 236 positivi a fronte di 1.518 tamponi. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 73 i pazienti ricoverati in ospedale, di cui 1 [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato