Contenuto sponsorizzato

Tragica morte di Margherita Giordano, il medico legale arriva sul luogo dell'incidente e scopre che la vittima è la fidanzata

Si è verificata una tragedia nella tragedia giovedì all'incrocio tra Corso Libertà e Corso Italia a Bolzano. L'uomo era stato chiamato in piazza Mazzini per l'incidente e quando è sceso dal mezzo ha scoperto che la vittima era la sua compagna

Pubblicato il - 26 novembre 2022 - 19:07

BOLZANO. Allertato dalla selettiva per un incidente gravissimo all'incrocio di piazza Mazzini una volta sul posto ha scoperto che la vittima era la sua fidanzata. La tragedia nella tragedia è successa a Bolzano il 24 novembre. La vicenda, purtroppo è ormai tristemente nota: la morte violenta per investimento di una giovane insegnante, Margherita Giordano. La 34enne si trovava sulle strisce con la bicicletta mentre stava attraversando all'incrocio tra Corso Italia e Corso Libertà, in piazza Mazzini.

 

Da quanto riferito anche dall'assessore all'urbanistica del comune di Bolzano dalle risultanze avrebbe attraversato con il rosso e per lei non c'è stato scampo. Il camion betoniera, guidato da un 51enne trentino (indagato per omicidio colposo), ha fatto manovra per transitare e l'ha travolta. A quel punto è stata subito attivata la macchina dei soccorsi con vigili del fuoco e forze dell'ordine e tra il personale sanitario ecco arrivare anche il medico legale. Questi è sceso dal mezzo che lo aveva portato fino a lì, ha raggiunto il luogo dell'incidente e una volta entrato a contatto con la vittima della tragedia ha scoperto che si trattava della sua compagna. Una scoperta terribile e a quanto riporta Repubblica l'uomo avrebbe subito un violento shock.

 

La vicenda ha riaperto il dibattito sulla sicurezza di quello svincolo centrale per il traffico di Bolzano. L’assessore alla mobilità del Comune di Bolzano, Stefan Fattor, ha fatto sapere che all’incrocio è già stata rifatta la segnaletica: “Sarà tutto però inutile se soprattutto in bici non si rispetta il rosso, come ormai pare certo sia avvenuto sia ieri (24 novembre ndr) che otto giorni fa”. Enorme il cordoglio per la morte di questa ragazza originaria di Somma Vesuviana. 

 

Questo il ricordo dell'Istituto Pluricomprensivo di Brunico dove la giovane aveva insegnato.

 

Con profondo dolore e incredulità abbiamo appreso la notizia della tragica scomparsa della nostra insegnante e collega prof.ssa Margherita Giordano. Nei quattro anni in cui ha prestato servizio presso il nostro istituto, dal 2016 al 2020, abbiamo tutti avuto modo di apprezzare le sue doti professionali e relazionali, la vitalità e l’energia con cui si è sempre resa disponibile ad aiutare alunni e colleghi, la sua preparazione, l'instancabile contributo dato all’organizzazione dell'istituto.

 

Oggi sono stati tanti i pensieri rivolti a lei, i messaggi ricevuti da ex colleghi che l'hanno conosciuta, i ricordi di tanti piccoli episodi di vita quotidiana che rendono la scuola comunità. Desideriamo ricordare la prof.ssa Margherita Giordano con il suo insostituibile sorriso e ci stringiamo al dolore dei suoi cari e di tutti gli alunni e insegnanti che, come noi, hanno avuto il privilegio di averla come docente e collega. Che la terra ti sia lieve cara Margherita.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 22:07
A intervenire nelle ricerche i vigili del fuoco e i carabinieri. Presente anche l'ambulanza e il personale sanitario. Purtroppo un 70enne è [...]
Politica
26 gennaio - 20:50
Polemiche per l'allestimento della pista da sci di fondo tra piazza Duomo e via Belenzani per l'edizione numero 50 della Marcialonga. L'intervento [...]
Montagna
26 gennaio - 18:40
La cerimonia si è svolta ieri sera nella capitale: i soci della sezione Cai di Roma espulsi dopo l'emanazione delle Leggi razziali nel '38 sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato