Contenuto sponsorizzato

In attesa del grande impianto da Trento anche il Monte Bondone ha la sua panchina gigante. Una serie di piccoli interventi per "rifarsi il look"

Il bilancio dell'osservatorio del monte Bondone: tanti piccoli cambiamenti in attesa dell'impianto Trento-Bondone. Riqualificazione di varie aree, una panchina gigante realizzata con il legno di Vaia: in programma anche il progetto per la realizzazione di un campo da slittini con tapis roulant alle Viote 

Di M.Ob - 18 giugno 2024 - 16:39

TRENTO. In attesa che arrivi il grande impianto, sul Monte Bondone sono in corso tanti cambiamenti, piccoli e grandi. La regia di queste iniziative integrate, che interessano tutte le località, è dell'osservatorio del sistema Bondone, che non solo ascolta le richieste degli operatori e dei frequentatori dell’Alpe di Trento ma, con la sua cabina di regia ristretta, cerca anche di individuare le soluzioni da proporre agli enti di competenza, dal comune all’azienda forestale all’azienda di promozione turistica.

 

Dalla data di istituzione dell’osservatorio/cabina di regia del Monte Bondone sono state raccolte molte richieste e segnalazioni, alcune in occasione di incontri specifici con la cittadinanza e con i vari stakeholders, altre direttamente dal tavolo dell’osservatorio. Ad ognuna di esse è stata data risposta con la messa in campo di specifiche azioni.

 

Nel frattempo cresce il peso turistico della località, che aumenta tanto gli arrivi (oltre 35 mila nell’inverno scorso, per un totale di 129 mila presenze) quanto i primi ingressi agli impianti di Trento Funivie (da oltre 165 mila di due inverni fa a oltre 168 mila dell’inverno 2023/2024).

 

Il grande impianto: investimento complessivo di circa 70 milioni di euro, di cui 37,5 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero. A inizio giugno la Provincia ha approvato lo schema di accordo per la collaborazione finalizzata alla realizzazione dell'Iniziativa "Nuovo Trasporto “Trento-Bondone" nell'ambito del Polo di consulenza InvestEu”. Ciò permetterà la realizzazione dell’impianto e del parcheggio in Destra Adige.

 

Belvedere a Candriai: valorizzazione dell’area creata a seguito dei lavori di esbosco post Vaia con posa segnaletica.

 

Chiesa della Madonna delle nevi: sistemazione aree esterne a seguito del crollo del muro di contenimento e progetto di riqualificazione interna.

 

Palestra di roccia e aeropark: riapertura e sistemazione della struttura.

 

Area ex Zadra: area acquisita da Trento Funivie. Interventi sulla progettazione: inserimento paesaggistico e interscambiabilità funzioni.

 

Vason: riqualificazione area pertinenziale con aumento di posti auto (Hotel Nevada).

 

Cima Palon: sostituzione parapetto e messa in sicurezza. Installato all’imbocco del sentiero dei mughi il Panoramio che valorizza il patrimonio paesaggistico circostante indicando tutti i nomi delle vette dalle Dolomiti di Brenta fino alla Marzola.

 

Sentiero dei mughi e delle trincee Vason-Cima Palon. Sono terminati, a cura dell’Azienda forestale Trento Sopramonte, i lavori per la realizzazione di nuovi, raccordi e la sistemazione dei sentieri militari risalenti alla prima guerra mondiale tra la località Vason e la Cima Palon. Questi sentieri, oltre alla grande valenza storica, si prestano ottimamente per le attività estive - trekking anche a target familiare - e per le attività invernali - ciaspolate e scialpinismo.

 

Panchina gigante (big bench): l’azienda di promozione turistica ha installato in località Montesel una panchina gigante realizzata con gli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia.

 

Potenziamento delle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria: giardini e parchi, segnaletica stradale, piste per lo sci da fondo, marciapiede Vason-Viote, sottopasso strada provinciale 85 alle Viote, vari sentieri e strade forestali.

 

Due nuovi percorsi per mountain bike e quattro per nordic walking.

 

Altri interventi in programma

 

Recupero dei ricoveri militari: gli ex ricoveri militari scavati in roccia e risalenti alla prima guerra mondiale, presenti in località "Fortino", a breve saranno oggetto di lavori per il disgaggio e consolidamento della parete esterna soprastante i portali. Sono in corso, da parte dell’Azienda Forestale Trento Sopramonte, le verifiche necessarie per il recupero di almeno uno di questi ex ricoveri militari.

 

Nuovi studi di fattibilità per la realizzazione di collegamenti pedonali negli abitati di Candriai, Vanéze e Vason: tra via del Lavàchel - Vanéze e via dei daini – Vanéze; tra via dei falchi - Vanéze e via del Pra de la Fava; il sentiero del Coel con strada Zireze; marciapiede lungo la provinciale 85 a Vason.

 

Bando per la realizzazione di un percorso ludico-esperienziale in più tappe. L’estate 2024 l’Azienda forestale con il supporto del servizio Cultura e turismo e del servizio Urbanistica, pubblicherà un bando per la realizzazione di un percorso a target familiare con elementi ludici.

 

Parco Cesana: valorizzazione campi sportivi. Sono al vaglio alcune nuove proposte per la gestione sia attraverso la formalizzazione di un “patto di collaborazione” (Beni

Comuni) sia con altre modalità.

 

Area slittini alle Viote: è in fase di redazione, a cura di Asis, il progetto per la realizzazione di un campo da slittini con tapis roulant.

 

Promozione del territorio: Miglioramento dell’accessibilità con manutenzioni e nuova segnaletica, corsi di sci alpino e da fondo per le scuole primarie e secondarie in collaborazione con Trento Funivie e le scuole dei maestri di sci.

 

Manifestazioni estate 2024: il Big Camp organizzato dalla Trentino volley dal 16 giugno al 3 agosto, il “Ciclocinema” a pedali alle Viote il 29 giugno e alla Terrazza panoramica di Sardagna il 24 agosto. Il programma My active summer prevede inoltre attività dedicate a bambini, outdoor, benessere, musica e natura.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 luglio - 17:52
L'uomo resta ricoverato in ospedale a Trento ma non è mai stato in pericolo di vita. L'aggressione è avvenuta in quota su un sentiero che da Dro [...]
Montagna
16 luglio - 15:50
Il ragazzo si trovava nelle vicinanze della croce di vetta, a monte del rifugio Don Zio Pisoni quando, probabilmente sporgendosi, ha perso [...]
Montagna
16 luglio - 17:28
I due bambini di 11 e 12 anni si trovavano con la zia quando all'improvviso sono spariti dalla sua supervisione
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato