Contenuto sponsorizzato

Presentava diverse cisti, una addirittura di 2 centimetri (FOTO e VIDEO): il canarino Rocky salvato dopo una delicata operazione: “Fateli controllare"

Delicato intervento da parte della dottoressa Federica Ardizzone di Südtirol Exotic Vets sul canarino Rocky: "Presentava diversi cisti follicolari. Una molto grande vicina alla vena giugulare. Siamo riusciti a salvarlo"

Pubblicato il - 10 luglio 2024 - 19:21

BOLZANO. I veterinari hanno salvato un canarino, portato alla clinica con alcune grandi cisti, una addirittura di 2 centimetri. Un delicato intervento chirurgico per Rocky.

"Siamo abituati, erroneamente, a considerare i canarini degli animali domestici semplici", spiegano i veterinari. "Non è affatto così e anche loro meritano assoluta attenzione e possono essere salvati da un tempestivo intervento di veterinari particolarmente esperti. A dimostrarlo è il recente caso di Rocky seguito dalla dottoressa Federica Ardizzone della clinica Südtirol Exotic Vets in via dei Vanga a Bolzano.

Cosa sono le cisti follicolari? “Abbiamo operato un canarino arrivato da noi con diverse cisti follicolari, note anche lumps o, più tecnicamente, ipopteronosi cistica”, spiega Ardizzone. “Si tratta sostanzialmente di una malattia che colpisce i follicoli delle penne, soprattutto nei canarini ma anche nei pappagalli. Le penne coinvolte tendono a crescere verso il follicolo e non verso l’esterno. Si creano così delle cisti di diverso diametro che risultano molto fastidiose e, alle volte, persino pericolose per gli animali perché possono ulcerarsi oppure creare dei sanguinamenti. Esattamente come nel caso che abbiamo avuto in cura”.

Quali sono, però, le cause di questa patologia? “Sono quasi sempre di origine genetica. Possiamo dire, però, che i canarini con piume lunghe e setose (come gli arricciati pesanti, i lisci di forma e i mosaico) sono molto più predisposte delle altre razze”.

Delicato intervento chirurgico. "Il trattamento d’elezione è sempre la chirurgia per la rimozione della cisti. Un intervento che può essere molto delicato in caso di cisti di grandi dimensioni come in questa occasione. Rocky, inoltre, ne presentava diverse tra cui una di quasi due centimetri vicino alla vena giugulare destra. Per questo siamo davvero contenti e orgogliosi di aver regalato una nuova vita a questo canarino con un lavoro di grande attenzione e precisione”.

 

Come possono fare, però, i proprietari ad accorgersi di questi cisti sui loro volatili? “Non è sempre scontato e non sempre sono così visibili. Per questo motivo è importante portare periodicamente gli animali al controllo di un medico veterinario esperto in medicina aviare. Il professionista è in grado di ispezionare alla perfezione il piumaggio accorgendosi di eventuali anomalie come dei noduli biancastri tra le piume del nostro animale”, conclude Ardizzone.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 luglio - 12:46
L'operaio sarebbe stato travolto da un carico di pannelli pesanti caduti dall'alto: è morto sul posto
Cronaca
16 luglio - 10:01
Ecco cosa sta succedendo e cosa succederà nei prossimi giorni con il meteo che rimarrà grosso modo stabile e le temperature che continueranno a [...]
Cronaca
16 luglio - 11:46
Il fatto è avvenuto a Sirmione. L'elisoccorso è decollato da Verona direziona Garda ma nonostante i tentativi di rianimazione per l'uomo non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato