Contenuto sponsorizzato

Sequestrati 9 chili di droga pronti per essere spacciati in Val di Non: blitz dei carabinieri, un appartamento trasformato in un laboratorio, trovata anche una pistola 

Tre persone arrestate, sono stati sequestrati una pistola scacciacani ed un coltello a serramanico nascosti nel cruscotto. La droga è stata individuata nella notte fra Pasqua e Pasquetta

Di GF - 02 aprile 2024 - 13:25

CLES. Quasi 9 chili di droga hashish e cocaina pronto per essere smerciata in Val di Non. Tre uomini, di nazionalità albanese, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Cles a seguito di un'operazione portata avanti nella notte tra Pasqua e Pasquetta.

 

Nel corso di un controllo, i militari sono stati insospettiti a Cles dal transito di un’autovettura Audi con tre persone a bordo.

 

Bloccata la macchina, i tre occupanti sono stati perquisiti ed il conducente, di nazionalità albanese, è stato trovato in possesso di due dosi di cocaina, una pistola scacciacani ed un coltello a serramanico nascosti nel cruscotto.

 

A procedere una pattuglia di pronto intervento di Cles che, immediatamente, ha richiesto rinforzi.

 

I militari, a quel punto, si sono portati all'abitazione del giovane che era stato fermato per estendere la perquisizione. Nelle vicinanze del portone condominiale, hanno notato altre due persone che, alla vista dei carabinieri, hanno immediatamente nascosto qualcosa sotto un’auto parcheggiata, tentando poi la fuga ma venendo immediatamente bloccati.

 

I due giovani, anche loro albanesi, avevano cercato di nascondere, senza riuscirci, un borsone contenente circa 8 chili e mezzo di di hashish, suddivisi in otto pacchi contenenti ciascuno 20 panetti da circa mezzo etto, per un totale di 160 panetti, più altri 7 panetti sfusi ed un ulteriore involucro con circa 6 grammi di analoga sostanza.

 

Entrati, poi, nell’appartamento, è stata scoperta una vera e propria fucina dove venivano preparate le dosi da spacciare. I militari hanno rinvenuto un ulteriore mezzo panetto di hashish di oltre 20 grammi, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento delle dosi, altri 3 panetti di hashish ed un involucro contenente stessa sostanza del peso complessivo di ben oltre 3 etti e, infine, quasi mezzo etto di cocaina nascosto in un barattolo pieno di riso, quest’ultimo trovato in cucina.

 

Complessivamente sono stati sequestrati quasi 9 chili di sostanze stupefacenti, tra hashish e cocaina. A completare l’intenso lavoro notturno dei Carabinieri di Cles, oltre alla pistola scacciacani ed al coltello trovati in possesso del primo albanese, anche il sequestro di un manganello telescopico occultato sul proprio furgone da uno degli ultimi due connazionali fermati.

 

Per gli strumenti atti ad offendere è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica per la violazione delle norme sulle armi e gli oggetti il cui porto è vietato, mentre per la detenzione ai fini di spaccio sono scattate le manette e i tre albanesi sono stati arrestati e ristretti nel carcere di Trento.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 12:50
Vetri presi a sassate, porta sfondata della roulotte e (prezioso) materiale andato distrutto. E' questo il bilancio di quanto avvenuto negli scorsi [...]
Cronaca
15 aprile - 11:46
Attivo da sei mesi l'ambulatorio dell'Ospedale di Merano assicura un'offerta innovativa: ''Conoscere la psoriasi e le sue possibili manifestazioni [...]
Cronaca
15 aprile - 10:39
Uno dei mezzi protagonisti del grave incidente che si è verificato sull'A22 nei giorni scorsi stava trasportando illegalmente l'ingente quantità [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato