Contenuto sponsorizzato

Agenzia delle Entrate, attenzione alle finte email

Attenzione alle truffe in nome del Fisco. A chiederlo questa volta e la Polizia delle Giudicarie attraverso i social

Pubblicato il - 28 agosto 2017 - 13:52

TRENTO. Non sono nuovi i tentativi di truffa ai danni dei contribuenti e questa volta a chiedere maggiore attenzione ai cittadini e la Polizia delle Giudicarie.

 

In rete, infatti, da qualche tempo starebbe girando una mail dell’Agenzia delle Entrate. Apparentemente sembra essere inviata da alcuni uffici del Fisco e i riferimenti a numeri telefonici sembrerebbero addirittura reali.

 

Nelle mail viene specificato che in seguito ad una verifica dei dati è stata rilevata una incongruenza nei versamenti effettuati. Per questo viene chiesto all'utente di “controllare in modo da regolarizzare la sua posizione e non incorrere in sanzioni: in caso di mancata risposta verrà infatti attuato un prelievo forzoso sul suo conto corrente per l'ammontare di euro 1067,52 € a titolo di multa”.

A differenza di altre volte la mail è scritta in italiano curato e sembra arrivare da un indirizzo credibile. Purtroppo però è l'ennesima truffa scritta ad hoc solo per convincere alla fine ad aprire un file allegato e danneggiare il computer e non solo.

 

L'invito, ovviamente, è di non aprire alcun allegato e cestinare la mail.  

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato