Contenuto sponsorizzato

Agenzia delle Entrate, attenzione alle finte email

Attenzione alle truffe in nome del Fisco. A chiederlo questa volta e la Polizia delle Giudicarie attraverso i social

Pubblicato il - 28 agosto 2017 - 13:52

TRENTO. Non sono nuovi i tentativi di truffa ai danni dei contribuenti e questa volta a chiedere maggiore attenzione ai cittadini e la Polizia delle Giudicarie.

 

In rete, infatti, da qualche tempo starebbe girando una mail dell’Agenzia delle Entrate. Apparentemente sembra essere inviata da alcuni uffici del Fisco e i riferimenti a numeri telefonici sembrerebbero addirittura reali.

 

Nelle mail viene specificato che in seguito ad una verifica dei dati è stata rilevata una incongruenza nei versamenti effettuati. Per questo viene chiesto all'utente di “controllare in modo da regolarizzare la sua posizione e non incorrere in sanzioni: in caso di mancata risposta verrà infatti attuato un prelievo forzoso sul suo conto corrente per l'ammontare di euro 1067,52 € a titolo di multa”.

A differenza di altre volte la mail è scritta in italiano curato e sembra arrivare da un indirizzo credibile. Purtroppo però è l'ennesima truffa scritta ad hoc solo per convincere alla fine ad aprire un file allegato e danneggiare il computer e non solo.

 

L'invito, ovviamente, è di non aprire alcun allegato e cestinare la mail.  

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato