Contenuto sponsorizzato

Aggredisce una connazionale e la deruba, lei grida e i cittadini lo bloccano. Arrestato nigeriano

E' successo ieri sera in via Canestrini. Una ragazza di 21 anni è stata seguita e poi assalita da un 32enne. Le urla della giovane hanno destato l'attenzione di altri cittadini che hanno bloccato l'uomo fino all'arrivo dei carabinieri

Pubblicato il - 11 October 2017 - 13:29

TRENTO. L'ha aggredita mentre tornava a casa, dopo averla inseguita, e l'ha derubata. E' finito in arresto, questa mattina, un uomo di 32 di origini nigeriane che nella serata di ieri aveva aggredito una ragazza di 21 anni (anche lei di origini nigeriane) che stava rincasando percorrendo a piedi via Canestrini, a Trento. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Trento sono intervenuti dopo la chiamata della vittima.

 

La giovane, infatti, quando è stata assalita dall'uomo, ha cominciato a gridare e a chiedere aiuto destando l’attenzione di alcuni cittadini che, avendo assistito alla scena, sono immediatamente intervenuti per bloccare l’aggressore, riuscito nel frattempo nell’intento di appropriarsi del denaro della giovane. In questo modo all'uomo è stata ritardata la fuga e così, all'arrivo dei carabinieri, è scattata l’immediata restituzione del provento del reato alla giovane.

 

I militari, aiutati dai cittadini, hanno ricostruito l’intera vicenda, al termine dei cui accertamenti, resi peraltro ancor più difficili dalla scarsa conoscenza dell’italiano da parte degli interessati, hanno ritenuto responsabile del predetto reato il giovane nigeriano che, tratto in arresto, adesso dovrà rispondere del predetto reato dinanzi all’autorità giudiziaria di Trento con il rito direttissimo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 March - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

06 March - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 March - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato