Contenuto sponsorizzato

Al via il nuovo anno scolastico nelle scuole d'infanzia, Rossi "Vogliamo sempre più una scuola dell'inclusione"

Sono 15.031 i bambini iscritti alle scuole dell'infanzia per l'anno scolastico 2017/18. La presenza di bambini di altra cultura rimane significativa. Sono in totale 2.149 pari al 14,3% del totale degli iscritti

Pubblicato il - 04 settembre 2017 - 17:25

TRENTO. “La scuola trentina gode di ottima salute, nonostante ciò siamo pronti ad affrontare le sfide per l'anno che è appena iniziato, consapevoli dell'importanza di questa fase educativa nella vita dei nostri figli. Vogliamo che la nostra scuola sia sempre più la scuola dell'inclusione, dove ogni bimbo può trovare il suo spazio e vogliamo inoltre essere al fianco delle famiglie che insieme alla scuola esercitano il delicato compito di educatori". A dirlo è stato il presidente della Provincia, Ugo Rossi in occasione di inizio dell'anno scolastico per gli oltre 15 mila bambini iscritti alle scuole d'infanzia in Trentino.

 

Questi i numeri più significativi dell'anno scolastico dei piccoli appena iniziato: sono 15.031 i bambini iscritti alle scuole dell'infanzia per l'anno scolastico 2017/18, 9.294 (61,83%) frequenteranno le scuole equiparate e 5.737 (38,17%) le scuole provinciali. La flessione delle iscrizioni rispetto allo scorso anno scolastico è del 2,34%.

 

Aumenta il numero delle preiscrizioni presentate dalle famiglie per l'ingresso anticipato a gennaio 2018 dei bambini nati nei mesi di febbraio e marzo 2015. Sono circa 588 preiscrizioni, il 20%  in più rispetto all'anno scolastico precedente.

La presenza di bambini di altra cultura rimane significativa. Sono in totale 2.149 pari al 14,3% del totale degli iscritti. Sono 135 bambini in meno rispetto all'avvio 2015 ma la percentuale sul totale degli iscritti è pressoché invariata rispetto all'anno scolastico precedente, tenuto conto del complessivo calo delle iscrizioni. Le provenienze sono svariate. Spiccano i paesi dell'Est europeo (1.124 su 2.149) in particolare i bambini provenienti dalla Romania (396) e dall'Albania (361). Rilevante è anche la presenza di bambini provenienti da paesi dell'Africa (566) con una decisa prevalenza dall'area magrebina (Marocco 293; Tunisia 105; Algeria 46). Seguono in ordine di grandezza i bambini provenienti dall'Asia (323) e i bambini sudamericani (67).

L'organico si compone di 2.131 insegnanti: 1.277 alle scuole equiparate e 854 alle scuole provinciali. Dei complessivi insegnanti: 1.545 insegnanti hanno un incarico a tempo pieno (25 ore settimanali) e 586 a orario ridotto. Sono 955 le unità di personale non insegnante complessivamente assegnato alle scuole, 376 per le scuole provinciali e 579 per le scuole equiparate.

 

Oggi di buon mattino il governatore Ugo Rossi è stato accolto dai bimbi della scuola equiparata e associata Co.E.S.I Tambosi di Trento. "Due sono le cose che dobbiamo fare insieme oggi – ha detto Rossi – da qui dobbiamo augurare buon anno scolastico a tutti i bimbi del Trentino e dobbiamo esprimere il nostro ringraziamento agli insegnanti, al personale della scuola e a tutti coloro che lavorano per rendere alta la qualità delle nostre scuole".

 

A seguire Rossi ha quindi visitato la scuola provinciale "Il Germoglio" di San Michele all'Adige, dove è stato accolto dai sindaci di San Michele e Faedo Clelia Sandri e Carlo Rossi. La visita del governatore è proseguita poi a Malé dove ad attenderlo oltre alle maestre e ai bambini c'erano il presidente della Federazione provinciale scuole Materne, Giuliano Baldessari, il sindaco di Malé, Bruno Paganini e il presidente della Comunità di Valle, Guido Redolfi. Rossi si è intrattenuto con i bambini che con tanta spontaneità hanno cantato e interagito con gli ospiti.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 agosto - 16:26

La Provincia di Bolzano ha annunciato un provvedimento per inasprire i controlli e le regole contro la diffusione del virus nei settori gastronomico, ricettivo e commerciale. E' prevista per giovedì la seduta straordinaria in cui si formalizzerà questa linea dopo i dati preoccupanti sulla ripresa dei contagi sul territorio provinciale. E se a Merano il Comune tappezza la città di cartelli che invitano all'attenzione, sul lago di Braies si impone l'obbligo di mascherina

11 agosto - 18:41

Sono migliaia già le persone che hanno deciso di sottoscrivere la petizione online. Per la senatrice trentina è fondamentale "seguire la scienza". "E' importante - spiega - agire non solo per salvare noi stessi, ma anche per proteggere gli altri”

11 agosto - 15:52

Agire sostiene Carli per la corsa alla carica di primo cittadino del capoluogo e schiera una lista di volti nuovi affiancati a qualche politico più conosciuto. Tra questi anche l'ex consigliera provinciale del Patt

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato