Contenuto sponsorizzato

Autobus incastrato in piazza Fiera, donna scende dall'auto e "parcheggia" in mezzo alla strada, traffico in tilt

Il blocco del traffico è avvenuto poco dopo le 8.30. Sul posto il personale di Trentino Trasporti per individuare i proprietari dei furgoni che impedivano il passaggio. Su via Travai, intanto, una donna abbandona la propria auto in mezzo la strada 

Di gf - 21 luglio 2017 - 09:47

TRENTO. Traffico ko questa mattina all'incrocio tra via Travai e piazza Fiera da dove oggi è partita la gara ciclistica “Bike Transalp”.

 

Poco dopo le 8 e mezza, infatti, l'autobus 5 per Povo e Mesiano proveniente da via Travai non è riuscito a svoltare a sinistra per raggiungere la fermata della piazza a causa di due furgoni che hanno impedito all'autista di svolgere le manovre.


Per quasi un quarto d'ora tre linee del trasporto urbano sono rimaste ferme, bloccando anche via Travai, fino a quando, finalmente, i proprietari dei furgoni si sono accorti del problema ed hanno provveduto a spostare i mezzi.


Il traffico su via Travai, però, è continuato a rimanere paralizzato. Una donna, infatti, nell'attesa che i mezzi del trasporto pubblico si spostassero, ha deciso di abbandonare la propria auto in mezzo alla strada mettendo le quattro frecce e allontanandosi a piedi.

Quando gli autobus si sono mossi, però, nessuno è tornato a spostare l'auto scatenando l'ira degli automobilisti nuovamente bloccati. Solo successivamente, tra suonate di clacson, urla e applausi (ironici), la donna è tornata a riprendere il mezzo consentendo, quindi, al traffico di defluire.     

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato