Contenuto sponsorizzato

Bottiglie e lattine contro il controllore, ancora un'aggressione sul regionale. Oggi lo sciopero

Il fatto è avvenuto domenica sera tra la stazione di Rovereto e di Ala. Ad insultare e minacciare il capotreno un gruppetto di centroafricani

Pubblicato il - 07 settembre 2017 - 13:45

ALA. Ancora un'aggressione a un capotreno. Ancora una volta all'altezza della stazione di Ala con tanto di lancio di lattine e insulti per l'operatore di Trenitalia. E' avvenuta domenica sera, intorno alle 20 sul treno che da Trento porta a Verona. Protagonisti una grossa comitiva di stranieri (una ventina di centroafricani) che alla richiesta del controllore dei biglietti hanno reagito con insulti e risate, prima, e con minacce e anche con una vera e propria aggressione fisica, poi. Saliti alla stazione di Rovereto, molti di loro erano senza biglietto o con titolo di viaggio scaduto o già usato.

 

Il controllore, verificato ciò, ha chiesto loro di scendere alla stazione di Ala ma a quel punto è scoppiato il finimondo. Gli insulti e le risate si sono trasformate, come detto, in un lancio di bottiglie e lattine contro il controllore. Nel frattempo, però, erano già stati allertati i carabinieri. Il treno è quindi arrivato alla stazione di Ala e si è fermato. Il gruppetto ha continuato con gli insulti ma compreso che erano stati allertate le forze dell'ordine al momento del fermo del convoglio sono scesi e si sono dati alla fuga. 

 

A quel punto al capotreno non è rimasto altro da fare che attendere l'arrivo dei carabinieri. Il convoglio è ripartito dopo quasi mezz'ora di sosta e il capotreno ha fatto denuncia dell'accaduto alla polizia ferroviaria. Si tratta dell'ennesima aggressione avvenuta sulla tratta regionale ai danni di un capotreno e per questo oggi è in corso lo sciopero di protesta, per chiedere maggiori tutele per chi viaggia e per lavora sui treni. Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le organizzazioni sindacali (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21). Sono perciò garantiti i treni che partono entro le 9 ed arrivano alla stazione di fine corsa entro un'ora dallo sciopero.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato