Contenuto sponsorizzato

Carabinieri di Storo, il Maresciallo Capo Stefano Tava è il nuovo comandante

Prima visita ai sindaci di Storo e Bondone, Luca Turinelli e Gianni Cimarolli 

Pubblicato il - 22 luglio 2017 - 09:02

STORO. Il Maresciallo Capo Stefano Tava, 43 anni, originario di Mezzolombardo è da ieri il nuovo comandante della stazione dei Carabinieri di Storo.

 

Sposato e padre di due figli, arruolato nell’Arma come ausiliario nel 1993, poi passato alla scuola Sottufficiali, ha prestato servizio a Bari San Paolo e poi a Bergamo Alta, fino all’ultima sede di servizio presso la Stazione di Calcio, sempre in provincia di Bergamo, dove è stato per dieci anni il Comandante Titolare.

 

Subentra al Maresciallo Dario Lonardi, giunto a Storo l’anno scorso e che ha retto il Comando sino a ieri. Per lui si profila l’incarico di Vice Comandante della Stazione, potendo così sfruttare la sua esperienza maturata nell’ultimo anno come Comandante della caserma.

 

Il Nuovo Comandante ha fatto subito visita ai Primi Cittadini di Storo, l'avvocato Luca Turinelli, e di Bondone, l'architetto Gianni Cimarolli per presentarsi e, immediatamente, iniziare il suo nuovo incarico. Presenti anche il Comandante della Polizia Locale, il dottor Stefano Bertuzzi e il Presidente del Consiglio Comunale, nonché ex Comandante della Stazione, Angelo Rasi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 marzo - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato