Contenuto sponsorizzato

Dall'immondizia abbandonata si risale al proprietario, arrivano le multe ai furbetti dei rifiuti

Il Nucleo operativo ambientale risale al "colpevole" dal contenuto del sacchetto. Già partite due multe 

Pubblicato il - 13 dicembre 2016 - 12:57

TRENTO.  Dimmi cosa metti nel sacchetto di immondizia e ti dirò chi sei. Perché è ormai così, dalle immondizie prodotte si risale facilmente al produttore: scontrini, documenti e tanto altro permettono un preciso identikit.

 

Un nome e cognome che il Nucleo operativo ambientale utilizza per sanzionare chi le immondizie le abbandona per strada e non le mette, differenziandole, negli appositi punti di raccolta.

 

A Trento Nord dove ignoti avevano depositato in un'area sosta a servizio della pista ciclabile vari sacchi contenenti rifiuti, l'ispezione dei sacchi abbandonati ha evidenziato che il materiale contenuto (medicinali scaduti, documentazione cartacea e altro) indicava il luogo di provenienza, un esercizio commerciale della città di Trento.

 

L'attività di accertamento ha evidenziato che l'autore dell'abbandono era un privato cittadino a cui la ditta incaricata allo svuotamento dei locali della attività commerciale da poco cessata, aveva gentilmente permesso di asportare della merce che poteva esser riutilizzata per uso privato.

 

All'uomo che ha lasciato l'immondizia abbandonata è stata notificata una sanzione, dovrà pagare 162 euro.

 

Ma gli agenti del Noa sono intervenuti anche a Villazzano, su richiesta di una famiglia che ha segnalato come nell'area di deposito rifiuti condominiale fossero stati abbandonati sacchi e scatoloni contenenti rifiuti di ogni genere.

 

L'ispezione ha evidenziato che il materiale contenuto (abbigliamento, documenti, e addirittura un decoder sky) apparteneva anche questo ad un privato cittadino che aveva pensato di smaltire i propri rifiuti semplicemente accatastandoli accanto ai cassonetti dello stabile.

 

Anche a lui una multa. Perché i rifiuti non si abbandonano, per senso civico e perché il regolamento comunale lo vieta. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 11:06

Gian Marco Prampolini, presidente Leal, e Natascia Pecorari, presidente di Salviamo gli Orsi della Luna, hanno fatto la richiesta agli atti e ottenuto il report della visita dei carabinieri di Costa dentro il Casteller: ''Stanno facendo vivere ai tre orsi un vero calvario. Temiamo per la loro vita e attendiamo fiduciosi che il Ministro Costa, che prima di noi ha ricevuto la relazione del sopralluogo dei Cites, faccia la sua parte e prenda provvedimenti previsti dalla legge''

01 ottobre - 12:26
Il conducente della vettura si è accorto di un po' di fumo uscire dalla parte anteriore del mezzo all'altezza di passo Cereda. In azione la macchina dei soccorsi
01 ottobre - 11:42

Il bollettino sulla situazione Coronavirus in Alto Adige segna nelle ultime 24 ore un incremento di 29 nuovi casi su 1734 tamponi. Sale a 3568 il numero di contagi da inizio epidemia, mentre quello dei decessi è fermo da tempo a 292. Dopo i 4 studenti infetti comunicati ieri dalla Provincia, le persone in isolamento e quarantena salgono a 1640

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato