Contenuto sponsorizzato

Doveva essere ai domiciliari, trovato ubriaco in città. 70enne in carcere

Il fatto è avvenuto ieri sera a Bolzano. Un cittadino ha allertato le forze dell'ordine quando ha notato una persona molesta aggirarsi vicino alla sua abitazione. L'uomo, alla vista della polizia, ha cercato di darsi alla fuga

Pubblicato il - 09 settembre 2017 - 13:32

BOLZANO. Doveva trovarsi agli arresti domiciliari e invece è stato trovato vagare ubriaco in città. Un settantenne bolzanino è stato fermato dalla polizia e portato in carcere a Bolzano.

 

Il fatto è avvenuto nella serata di ieri, quando un cittadino ha allertato le forze dell'ordine per la presenza di una persona molesta, notata aggirarsi nelle vicinanze della sua abitazione.

 

La volante si è recata immediatamente sul posto e l'uomo, alla vista della polizia, ha cercato di darsi alla fuga. Raggiunto e fermato il 70enne però non riusciva a dare alcuna giustificazione sulla sua presenza in quel luogo, ma anche cosa stesse facendo.

 

I primi controlli della polizia evidenziavano che il bolzanino risultava detenuto ai domiciliari e dopo gli accertamenti di rito in Questura è stato accompagnato alla casa circondariale di Bolzano.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 19:05

Nel pomeriggio si è riunita la sala operativa della Protezione civile. In arrivo sono previste abbondanti precipitazioni che rischiano di appesantire i manti nevosi, già a rischio scivolamento a quote medio-alte, e di portare i corsi d'acqua al di sopra della soglia d'attenzione. La situazione dovrebbe cambiare nella serata di domani

18 novembre - 18:29

L'uomo ha lasciato la sua casa di Quero Vas nel primo pomeriggio di ieri e da quel momento non si sono più avute notizie

18 novembre - 12:04

Il problema è più diffuso di quel che si potrebbe pensare infatti sono molti i senza fissa dimora che pur di non separarsi dall’amico animale scelgono di non accedere alle strutture residenziali, sfidando la rigidità dell’inverno e talvolta mettendo in pericolo la propria vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato