Contenuto sponsorizzato

Due valanghe in Alto Adige. Recuperati i dispersi. In Trentino allerta 3

Un ragazzo di 16 anni è stato estratto vivo dalla slavina.  I soccorritori lo hanno rianimato sul posto e successivamente il ragazzo è stato trasferito all'ospedale di Bolzano

Pubblicato il - 01 March 2017 - 13:21

TRENTO. Era stato dato per disperso ma è stato recuperato dagli uomini del soccorso alpino uno sciatore che in mattinata era stato investito da una slavina nell'area di Monte Spico, sui monti di Fundres in Alto Adige.

 

L'uomo stava sciando fuori dalle piste battute, quando è stato travolto dalla massa nevosa. Altri sciatori hanno dato l'allarme e sul posto sono giunti i soccorritori in elicottero.

 

E' stato recuperato anche il secondo sciatore dato per disperso dopo la caduta di due valanghe in Alto Adige. Si tratta di un ragazzo tedesco di 16 anni che i soccorritori hanno estratto ancora vivo dalla slavina, caduta a quota 2.400.

 

Ad intervenire sono stati gli uomini del Cai e del Soccorso alpino di Vipiteno. I soccorritori lo hanno rianimato sul posto e successivamente il ragazzo è stato trasferito all'ospedale di Bolzano.

 

Per gli esperti il pericolo valanghe è marcato e questo anche a causa della giornata particolarmente soleggiata e calda. Anche in Trentino è 'marcato grado 3' il pericolo valanghe. Il rischio maggiore è sui pendii ripidi ad ogni esposizione, specie se interessati da accumuli di neve ventata, generalmente oltre il limite boschivo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 January - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato