Contenuto sponsorizzato

Due valanghe in Alto Adige. Recuperati i dispersi. In Trentino allerta 3

Un ragazzo di 16 anni è stato estratto vivo dalla slavina.  I soccorritori lo hanno rianimato sul posto e successivamente il ragazzo è stato trasferito all'ospedale di Bolzano

Pubblicato il - 01 marzo 2017 - 13:21

TRENTO. Era stato dato per disperso ma è stato recuperato dagli uomini del soccorso alpino uno sciatore che in mattinata era stato investito da una slavina nell'area di Monte Spico, sui monti di Fundres in Alto Adige.

 

L'uomo stava sciando fuori dalle piste battute, quando è stato travolto dalla massa nevosa. Altri sciatori hanno dato l'allarme e sul posto sono giunti i soccorritori in elicottero.

 

E' stato recuperato anche il secondo sciatore dato per disperso dopo la caduta di due valanghe in Alto Adige. Si tratta di un ragazzo tedesco di 16 anni che i soccorritori hanno estratto ancora vivo dalla slavina, caduta a quota 2.400.

 

Ad intervenire sono stati gli uomini del Cai e del Soccorso alpino di Vipiteno. I soccorritori lo hanno rianimato sul posto e successivamente il ragazzo è stato trasferito all'ospedale di Bolzano.

 

Per gli esperti il pericolo valanghe è marcato e questo anche a causa della giornata particolarmente soleggiata e calda. Anche in Trentino è 'marcato grado 3' il pericolo valanghe. Il rischio maggiore è sui pendii ripidi ad ogni esposizione, specie se interessati da accumuli di neve ventata, generalmente oltre il limite boschivo. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 15:57
Alla manifestazione di piazza Dante a Trento sono presenti anche i No-vax altoatesini, compreso l’ex comandante degli Schützen: Siamo in 100mila [...]
Cronaca
27 novembre - 15:41
A lanciare l'allerta ieri sera i familiari, preoccupati dal mancato rientro. Le ricerche in zona Trento avevano dato esito negativo mentre un [...]
Cronaca
27 novembre - 11:50
Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 395 positivi a fronte di 2.264 test molecolari. Altri 3 decessi. Sono 10 le persone in terapia intensiva
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato