Contenuto sponsorizzato

Evade dai domiciliari due volte, arrestato e trasferito in carcere

I carabinieri di Rovereto si sono presentati presso la casa del 60enne e lo hanno arrestato. Dovrà scontrare una pena di 3 anni

Pubblicato il - 26 agosto 2017 - 13:06

ROVERETO. E' evaso dagli arresti domiciliari per ben due volte ed ora deve scontare una pena di 3 anni presso il carcere di Spini di Gardolo.

 

Nella mttinata di oggi i Carabinieri di Rovereto hanno dato esecuzione ad un provvedimento di arresto nei confronti di un uomo 60 enne di Rovereto.

 

Dopo aver segnalato alle Autorità competenti quanto accaduto, i Carabinieri si sono presentati presso la sua abitazione e gli hanno notificato il provvedimento conducendolo al carcere di Spini di Gardolo a Trento dove, come già detto, sconterà la sua pena.

 

E’ il sesto arresto che i Carabinieri di Rovereto eseguono nell’ultimo trimestre dopo aver riscontrato che i beneficiari di provvedimenti alternativi non rispettano le prescrizioni dell’Autorità, dimostrando di non essere meritevoli dei benefici.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato