Contenuto sponsorizzato

Furto al nuovo bar di corso Buonarroti

Un uomo si è introdotto nel bar "Michelangelo" si è diretto alla cassa e ha afferrato le banconote che ha trovato. Per la gestrice e la figlia tanto spavento

Di Giuseppe Fin - 08 agosto 2017 - 18:20

TRENTO. Si è introdotto con una birra in mano e senza alcun timore di essere fermato. Si è diretto alla cassa, l'ha aperta ha sfilato 120 euro e poi via si è dileguato. E' successo questo pomeriggio a "Beershop & Caffetteria Michelangelo" di Corso Buonarroti.

 

Un furto improvvisato compiuto, a quanto riferiscono i testimoni, da un italiano su un locale che ha da poco cambiato gestione. "Da due settimane abbiamo cominciato l'attività qui - spiegano le gestrici - e mai ci saremmo aspettate di subire un furto in così poco tempo".

 

I fatti si sono svolti così: la gestrice ha lasciato la figlia un attimo da sola per andare al supermercato in fondo alla via, in piazza General Cantore. La figlia è, quindi, rimasta seduta all'esterno per fumare una sigaretta. All'improvviso è apparso un uomo con bottiglia di birra in mano che, senza chiedere niente a nessuno, è entrato nel locale. La ragazza lo ha seguito per chiedergli cosa volesse ma appena entrata l'ha trovato già dietro il bancone che stava afferrando quante più banconote possibili.

 

Spaventata è corsa fuori, dal gestore del locale davanti al suo, dall'altra parte della via. L'uomo è uscito subito in aiuto della giovane e in un baleno sono tornati al bar ma il ladro, che indossava una maglietta rossa, stava già scappando via. Sul posto sono, quindi, arrivati i carabinieri che, al di là del piccolo bottino, cercheranno di risalire, anche con l'aiuto delle telecamere, all'identità dell'uomo. Un uomo che era entrato pochi minuti prima anche nel negozio del barbiere vicino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato