Contenuto sponsorizzato

Furto con scasso alla Libreria Mobydick. Loperfido: "Cosa speravano di trovare? E non hanno nemmeno toccato un libro"

E' successo questa notte a Caldonazzo. Portati via pochi spicci e un vecchio computer. "I danni maggiori sono alla porta e mi spiace perché non hanno nemmeno impersonato la romantica figura del ladro di libri"

Di Luca Pianesi - 12 February 2017 - 15:56

CALDONAZZO. "Se se la prendono con le librerie vuol dire che stiamo davvero toccando il fondo. Cosa speravano di trovare? E dire che non hanno nemmeno toccato un libro". E' davvero dispiaciuto Pino Loperfido proprietario della Libreria Mobydick di Caldonazzo, ideatore e direttore del Trentino Book Festival. Uno, insomma, che i libri li ama, li vive, li respira giorno per giorno. Questa mattina, però, scendendo dal suo appartamento ha dovuto fare i conti con una bruttissima sorpresa. La porta d'ingresso del suo negozio di libri era stata scassinata, sforzata all'altezza delle serrature.


 

"Pur di legno era una porta antiscasso - spiega - e quindi vuol dire che ci sono stati davvero a lungo per riuscire a manomettere le serrature. Probabilmente hanno agito intorno alle 5 del mattino perché, abitando sopra la libreria, abbiamo sentito del trambusto. Ma mai avremmo pensato che poteva trattarsi di ladri. Quando 5 anni fa avevo aperto a tutto mi sarei immaginato tranne che subire un furto. Adesso, invece, mi toccherà mettere l'allarme. Una vera sconfitta".

 

E il bottino, per i ladri, è stato davvero esiguo: una cinquantina di euro di fondocassa e un vecchio computer. "Dovevano essere dei disparati - continua Loperfido - perché non hanno toccato nient'altro. Addirittura le agendine nuove di zecca sono state buttate a terra. Gli serviva la scatola che le conteneva per portare via il Pc, probabilmente. Il dispiacere più grande è per i danni che hanno causato alla porta, che sono notevoli, e per il fatto che non hanno toccato nemmeno un libro. Mi è sempre parsa una bella immagine romantica, quella del 'ladro di libri'. Hanno perso un'ottima occasione di redenzione".


 

Intanto la comunità di Caldonazzo si è stretta alla sua libreria e dal sindaco ai cittadini in tantissimi hanno comunicato la loro solidarietà a Loperfido per quanto successo. "Martedì torneremo aperti - conclude - sicuramente non ci arrendiamo".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 13:48
E' enorme il cordoglio per la scomparsa di Nardelli nella notte tra giovedì 17 e venerdì 18 giugno a causa di un malore. Il sindaco di Cavalese, [...]
Cronaca
18 giugno - 12:48
Martedì 22 giugno, il tendone di Piazza Magnago si trasformerà quindi da stazione per i test rapidi in vero e proprio centro per le [...]
Cronaca
18 giugno - 13:24
L'ordinanza, dal 18 al 21 giugno e dal 25 al 27 giugno, dalle ore 20.30 alle ore 3 del giorno seguente, prevede anche la somministrazione da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato