Contenuto sponsorizzato

Furto da Scarpe&Scarpe. Due giovani aggrediscono i carabinieri e vengono poi arrestati

Per i due una condanna di 8 messi (poi sospesa) con la misura dell'obbligo quotidiano di presentazione e firma in caserma

Pubblicato il - 14 settembre 2017 - 15:22

TRENTO. Sono stati arrestati e condannati per direttissima questa mattina a 8 mesi con pena sospesa con la misura dell'obbligo quotidiano di presentazione e firma in caserma, due giovani 22enni, un tunisino e un algerino, che ieri sono stati autori di un furto al negozio “Scarpe&Scape” di via Brennero.

 

Il fatto risale a ieri sera quando, all’orario di chiusura del negozio di Trento nord, i due giovani si sono impossessati di alcune scarpe ginniche griffate ed un borsello di marca per un valore di circa 500 euro, riuscendo a fuggire da un primo inseguimento a piedi posto in essere dai dipendenti del negozio nelle vie adiacenti all'attività.

 

L'immediata richiesta di aiuto da parte dei responsabili dell'attività ha consentito di dare il via alla ricerca dei responsabili. L’occhio vigile delle pattuglie del Nucleo Radiomobile cittadino, in servizio costantemente 24 ore su 24, ha consentito agli agenti di localizzare i due giovani che rispondevano alle descrizioni raccolte sul luogo del furto. Avvicinati e perquisiti i due hanno dato in escandescenze, opponendo una strenua resistenza, costata alcuni giorni di convalescenza ai carabinieri.

 

Condotti al Comando di via Barbacovi, i due sono stati tranquillizzati e arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso e resistenza e violenza a pubblico ufficiale, trascorrendo la notte in camera di sicurezza primma di essere giudicati questa mattina.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 21:05

Il Partito Democrativo è la prima forza politica ma a Mosaner non basta: il sindaco uscente dovrà vedersele con la leghista Cristina Santi al ballottaggio. Mauro Malfer l’ago della bilancia

22 settembre - 19:19

Nulla da fare per Roberto Valcanover che, sostenuto dal Patt, Coesione oltre l'ordinario e Fare comunità, si è fermato al 26%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato