Contenuto sponsorizzato

Ieri i dati sulla crescita di incidenti sul lavoro, oggi altri due casi: uno a Dro e uno a Gardolo

Mentre l'Associazione nazionale per le Vittime di Incidenti sul Lavoro in questi giorni ha diffuso i dati sull'aumento marcato di incidenti in Trentino, questa mattina se ne sono verificati due, fortunatamente di lieve entità

Pubblicato il - 10 ottobre 2017 - 15:45

TRENTO. Di qualche giorno fa il dato sugli infortuni sul lavoro che in Trentino sono in drastica crescita: nei primi sette mesi del 2017, infatti, rispetto allo stesso periodo del 2016, in provincia si è registrata un aumento del 7,7%. Una percentuale ben superiore alla media italiana che è cresciuta dell'1,3%. E già questa mattina altri due infortuni hanno visto coinvolti dei lavoratori, fortunatamente in entrambi i casi senza gravi conseguenze.

 

Il primo si è verificato all'Rsa di Dro. Un lavoratore stava portando via del materiale con un camion, quando, dopo essere salito sul cassone del mezzo, si è sbilanciato ed è caduto a terra. Nessun grave danno, fortunatamente, ma qualche botta e tanta paura. Paura anche nel secondo incidente verificatosi questa mattina a Gardolo, in una ditta che si occupa di veicoli industriali.

 

Erano circa le 8.40 quando si sarebbe staccato un tubo e un lavoratore sarebbe stato investito da una forte getto d'aria. Arrivato in ospedale l'uomo è stato assistito dai medici ed anche in questo caso, fortunatamente, non si è verificata nessuna complicazione. Due piccoli incidenti, che, però, ricordano come si debba mantenere sempre alta l'attenzione

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 18:47

Ancora nulla di definito in Trentino rispetto al Dpcm comunicato in giornata dal presidente Giuseppe Conte. Il presidente Maurizio Fugatti: "Stiamo lavorando all'ordinanza. Pensiamo che se ci sono i protocolli per tenere bar e ristoranti aperti a pranzo, si possa chiudere dopo cena". Sulla didattica a distanza, invece, il Trentino tira dritto. "Il comitato scientifico ci ha detto che possiamo proseguire così"

25 ottobre - 14:02

Sarebbe stato un malore a portarsi via Nicola Bevilacqua di 36 anni. E' successo a Valdagno e l'uomo sarebbe stato colpito da un arresto cardiocircolatorio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato