Contenuto sponsorizzato

Il sindaco di Amatrice: "E' necessario uscire dall'emergenza". Al posto della scuola trentina sarà costruita quella di Marchionne: "Ma la vostra solidarietà ci rimarrà nel cuore"

"Non si tratterà di una demolizione perché la struttura potrà essere smontata e riutilizzata per altre emergenze". Sulla solidarietà trentina in occasione del terremoto del 2016: "Non sarà mai dimenticata, ci ha permesso di ripartire"

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi (al centro) con gli assessori Tiziano Mellarini e Mauro Gilmozzi
Di Donatello Baldo, Giuseppe Fin - 04 April 2017 - 10:09

TRENTO. "Ma cosa dovrei fare, lasciare gli studenti in una struttura di emergenza seppur meravigliosa se invece posso costruire una scuola con la biblioteca, la palestra e tanto altro?". Dice questo il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi intervistato da ilDolomiti dopo la notizia arrivata ieri della sua intenzione di demolire i plessi scolastici donati alla città laziale dopo il terremoto del 2016 e realizzati in tempo record dalla Protezione civile trentina.

 

"Ma non si tratterà di una demolizione - assicura Pirozzi - perché la struttura potrà essere smontata e riutilizzata per altre emergenze". Il sindaco non dimentica lo sforzo della nostra Provincia: "Sarebbe impossibile. Si è trattato di uno sforzo eccezionale che ci rimarrà sempre nel cuore - spiega - perché il Trentino ci ha permesso di ripartire, ha salvato famiglie e ragazzi che altrimenti avrebbero abbandonato Amatrice trasformandola in una città fantasma".

 

"E' stato un atto di generosità immenso - continua il Primo cittadino - ma da sindaco non posso che accettare la proposta della Ferrari di costruire una scuola vera e propria, con la palestra, la biblioteca, e tutti i servizi necessari per far studiare i ragazzi in una situazione non più di emergenza ma di stabilità". 

 

Pirozzi spiega che la scuola che sarà realizzata al posto delle strutture trentine costerà circa 7 milioni di euro, un impegno molto consistente. "I lavori di smantellamento inizieranno a giugno, subito dopo la chiusura dell'anno scolastico - afferma il sindaco - e l'ultima cosa smantellata saranno i plessi trentini". 

 

Si tratta quindi di un passaggio necessario per uscire dalla straordinarietà, dall'emergenza e tornare poco a poco alla normalità: "In altre zone, basta pensare a L'Aquila dove il centro è stata di fatto abbandonato, la ricostruzione è pressoché ferma. Qui invece - afferma Sergio Pirozzi - la ricostruzione procede bene e permette ai cittadini di Amatrice di vivere la loro città".

 

Oggi Vasco Errani, il commissario alla ricostruzione, dovrebbe incontrare il sindaco per capire meglio la situazione, anche su invito del governatore Rossi che ieri ha chiesto informazioni sulle intenzioni dell'amministrazione di Amatrice. "Non sarà abbattuta, Errani mi ha dato rassicurazioni", affermava ieri il governatore, ma sembra che la decisione sia ormai presa. La scuola trentina non sarà demolita ma sarà comunque smontata per far posto al progetto finanziato da Marchionne.

 

I 5 Stelle, che per primi con Fraccaro e Degasperi avevano sollevato la questione, hanno parlato ieri di "solidarietà svilita, di una presa in giro". Il sindaco però non è d'accordo con questa analisi: "La solidarietà dei trentini non sarà mai dimenticata, ci sono stati vicini nell'emergenza ma ora si tratta di tornare alla normalità". E ripete che la scuola non sarà demolita ma smontata, "pronta per essere usata per altre situazioni"

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Cronaca
02 dicembre - 21:22
Trovati 189 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 125 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 847.452 le [...]
Cronaca
02 dicembre - 18:36
Alessia Andreatta ha perso la vita nel terribile tamponamento avvenuto in A22. Secondo una prima ricostruzione la giovane 30enne non si sarebbe [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato