Contenuto sponsorizzato

L'addio a Fabio Malfer, morto ieri sul Vioz. Anche l'Usd Dro ricorda l'ex mezzala, dirigente e allenatore giallo-verde

Con un toccante post su Facebook la società di Angeli ha voluto stringersi alla famiglia del pensionato scivolato ieri durante una gita in montagna

Fabio Malfer è il terzo giocatore in piedi da sinistra
Pubblicato il - 27 agosto 2017 - 15:24

DRO. Tutta Dro, in queste ore, si sta stringendo alla famiglia Malfer per la scomparsa di Fabio avvenuta ieri mentre discendeva il Monte Vioz sopra Peio. In particolare il Dro Calcio (oggi Usd Dro Alto Garda) ha voluto ricordare quello che è stato ex dirigente, allenatore e mezzala della società gialloverde. Lo ha fatto con un toccante post su Facebook che pubblichiamo integralmente in coda all'articolo.

 

Malfer è stato vittima di una disgrazia ieri pomeriggio. Ha perso la vita, infatti, durante una gita in montagna dopo aver raggiunto il rifugio Vioz ed aver goduto della splendida vista del gruppo dell'Ortles Cevedale. Un centinaio di metri più in basso di quota 3.500, mente stava ridiscendendo, per far passare degli altri escursionisti si è spostato su una pietra un più esposta che ha ceduto facendolo precipitare per una ventina di metri. Per Fabio non c'è stato nulla da fare. Cadendo ha battuto violentemente il capo e all'arrivo dei soccorsi non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso.

 

Malfer è stato una figura di spicco della comunità dell'Alto Garda. Oltre ad essere stato per anni responsabile del settore commerciale dei formaggi del consorzio "Concast-Trentingrana" ha avuto anche un'esperienza amministrativa venendo eletto con la Civica Margherita in comune nella legislatura 2005/2010 andando ad affiancare il sindaco Fravezzi nel suo primo mandato da primo cittadino di Dro. Ecco il ricordo dell'Usd Dro Alto Garda

 

LUTTO IN CASA GIALLO-VERDE

 

L’Usd Dro Alto Garda ed il suo presidente Loris Angeli partecipano con dolore all’improvvisa e tragica scomparsa di Fabio Malfer, esprimendo il più vivo cordoglio e vicinanza ai famigliari ed ai suoi figli. 
Fabio Malfer, 59enne già responsabile commerciale del consorzio “Concast – Trentingrana”, è stato a lungo giocatore di calcio, allenatore e dirigente tra la fila del Usd Dro, oltre che consigliere comunale a Dro. 

Duttile e tecnica mezzala tra le fila del Dro ed Arco (allora Olivolimpia) e con mister Salvadori nel Pinzolo, Fabio Malfer aveva quindi voluto concludere la sua carriera calcistica a Dro, diventano anche l’allenatore della prima squadra quando il Dro militava in Seconda e Prima Categoria, allenando anche la prima squadra della società sportiva Guaita di Pietramurata. 

Per alcuni anni è stato anche un prezioso dirigente, affiancando il presidente Loris Angeli con molto entusiasmo, competenza e passione, allestendo una squadra che raggiunse il campionato di Promozione.

Fabio Malfer lascia la mamma Carlotta, i fratelli Bruno e Ambrogio (anche loro calciatori nel passato), le sorelle Marisa, Paola e Carla, ed i figli Alice, Serena e Mattia, che ha militato nelle giovanili e nelle varie squadre del Usd Dro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 10:25

Una decisione irrevocabile, non c'è spazio di contrattazione o ripensamenti. A far traboccare il vaso è stato il mancato sostegno da parte di alcuni componenti di maggioranza sulle modifiche al Prg. "Non ci interessa 'tirare a campare': non intendiamo tradire nessun elettore che ha riposto in noi e nella nostra coalizione la propria fiducia". Ora verrà nominato un commissario per traghettare il Comune a prossime elezioni

19 novembre - 05:01

C'è voluta una richiesta di accesso agli atti dell'ex assessore Michele Dallapiccola per avere quelle conferme in più, che la Provincia fin dal primo momento non ha voluto comunicare: "Da veterinario alcuni aspetti nella relazione non mi convincono: farò delle interrogazioni". Intanto sulla vicenda è silenzio da piazza Dante

19 novembre - 08:27

Tantissimi i "Grazie" arrivati in questi giorni sia in Trentino che in Alto Adige per il lavoro che stanno portando avanti da ormai tre giorni senza sosta i vigili del fuoco 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato