Contenuto sponsorizzato

L'albero di Natale di Piazza San Pietro arriverà dalla Val Campelle nel comune di Scurelle

Al momento del taglio della pianta che avverrà il 13 novembre, i bambini della scuola elementare di Scurelle pianteranno 40 nuove piantine di abete rosso e di larice

Pubblicato il - 10 novembre 2016 - 19:05

In Vaticano inizia a sentirsi sempre di più l'aria del Natale. Anche quest'anno in piazza San Pietro il Trentino sarà protagonista. L'abete natalizio che accoglierà tutti i visitatori nell'importante piazza, infatti, sarà donato dal comune di Scurelle assieme alle Foreste del Lagorai e alla Provincia Autonoma di Trento.

 

L’albero, un abete rosso alto 25 metri e con una circonferenza massima del tronco di 75 cm, giungerà a Roma nella notte tra il 23 e il 24 novembre.  È stato scelto con cura tra le piante che ogni anno vengono tagliate al fine di garantire una migliore crescita dei boschi del Trentino, in linea con la consapevole gestione boschiva che da sempre caratterizza la regione.

 

Al momento del taglio della pianta che avverrà il 13 novembre, i bambini della scuola elementare di Scurelle pianteranno 40 nuove piantine di abete rosso e di larice in una zona poco distante dove lo scorso autunno sono stati abbattuti alcuni alberi colpiti da un parassita.

 

Il trasporto a Roma avverrà su gomma. Dopo il taglio, il grande albero verrà trasportato a valle da un elicottero dell’Esercito Italiano con la collaborazione della Protezione Civile di Trento e poi adagiato sul Tir che lo trasporterà nella capitale. Il  presepe (donato da Malta) e l'albero rimarranno illuminati fino a domenica 8 gennaio 2017.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 18:30

Il Trentino chiede date certe al Governo e ribadisce la sua volontà di aprire gli impianti, ovviamente ai turisti prima che ai residenti. Intanto però oggi si contano altri 8 morti e il totale della seconda ondata sale a 257 mentre le persone in terapia intensiva restano 44 

01 dicembre - 19:16

Da oggi tutti i pazienti oncologici che hanno la necessità di sottoporsi alle sedute di chemioterapia, ma anche di ricevere supporto psicologico, devono recarsi al Santa Chiara. "Il tema sanità è sempre stato cavalcato delle varie forze politiche di governo e quando nel 2018 sentivo parlare di cambiamento mi chiedevo a che cosa si alludesse. Ora l’ho capito: cambiamento per la Giunta significa togliere servizi, significa risparmiare, significa tagliare, significa sanità Trento-centrica"

01 dicembre - 19:49

Sono 450 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 156 positivi a fronte dell'analisi di 2.026 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,7%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato