Contenuto sponsorizzato

Lupi e orsi, la Provincia di Bolzano vuole smarcarsi dai progetti Life Ursus e WolfAlps

L'assessore provinciale Arnold Schuler su Facebook con un post scrive: “Ora passiamo all'attacco” annunciando la revoca del contratto del progetto Life Ursus

Pubblicato il - 31 agosto 2017 - 20:07

BOLZANO. Dopo i vari problemi che si sono avuti in Alto Adige, soprattutto di incursioni ai danni di pecore, la Provincia di Bolzano ha annunciato l'uscita dai progetti per il ripopolamento degli orsi e dei lupi, Life Ursus e WolfAlps.

 

A farlo capire è l'assessore provinciale Arnold Schuler su Facebook con un post in cui scrive: “Ora passiamo all'attacco”.

"Con il governatore Arno Kompatscher faremo pressione a Roma e Bruxelles per introdurre un tetto massimo per i lupi", scrive Schuler, annunciando la revoca del contratto del progetto Life Ursus. Inoltre, prosegue, la Provincia autonoma di Bolzano farà pressione sul Parco nazionale dello Stelvio per interrompere la collaborazione anche il progetto per il ripopolamento dei lupi, WolfAlps. "Non sarà facile, ma proseguiamo su questa strada con convinzione", conclude.

 

Per quanto riguarda il lupo a chiedere che lo status di specie protetta venga adattato alle caratteristiche del territorio in cui è insediato è l'eroparlamentare Herbert Dorfmann. "Nel momento in cui i lupi raggiungono un buono stato di conservazione nelle regioni europee e cominciano, di conseguenza, a minacciare altre specie, tra cui anche gli animali da allevamento, danneggiando il
naturale equilibrio dell'ecosistema, deve essere avviata una procedura di valutazione che permetta di modificare lo status di specie protetta nella regione in questione - spiega l'esponente della SVP Herbert Dorfmann nella sua richiesta alla Commissione europea - Il lupo e l'orso bruno non sono in alcun modo specie a rischio estinzione. Per questo va riconosciuto che ci sono territori in Europa nei quali il ritorno di
questi predatori porta a situazioni di conflitto inaccettabili. È chiaramente il caso del Sudtirolo".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 novembre - 19:43

La miccia si accende per il post su Facebook di un allevatore del perginese. Da lì le risposte piccate dei sindaci di Frassilongo e Pergine con quest'ultimo che rimuove tutto. A far da paciere il primo cittadino di Palù, che però si toglie qualche sassolino

11 novembre - 19:37

Il partito secessionista ha celebrato l'anniversario dell'arrivo delle truppe italiane al Brennero apponendo sul cippo di confine un sacco con una scritta rivendicativa. "Il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno stato straniero, al quale non volevano appartenere". Non è la prima volta che il confine italo-austriaco finisce al centro delle iniziative della Südtiroler Freiheit

11 novembre - 13:46

Il blocco di una corsa avvenuto settimana scorsa nei pressi di Mezzana aveva spinto la consigliera Lucia Coppola a depositare un'interrogazione per comprendere le motivazioni e gli eventuali problemi di manutenzione. Questioni che da Trentino Trasporti vengono considerate però imprevedibili e dovute a condizioni meteorologiche eccezionali 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato